A Grotta il sesto isolamento per Coronavirus in Irpinia

13 febbraio 2020, 13:12
4933
Condividi
Sesto caso di isolamento fiduciario per Coronavirus in Irpinia. Si tratta della commerciante di Grotta rientrata dalla Cina il primo febbraio. La donna, già in isolamento volontario, non ha avuto contatti né con il marito né con le figlie. Non presenta alcun sintomo e niente fa pensare che possa aver contratto il virus.
Scatta il sesto caso di isolamento fiduciario per coronavirus in Irpinia. Si tratta della commerciante cinese di Grottaminarda il cui rientro dalla Cina è stato segnalato dal sindaco Angelo Cobino all’Asl di Avellino due giorni fa. La donna, tornata in Valle Ufita il primo febbraio, è stata visitata ieri da un medico dell’azienda sanitaria. Non presenta alcun sintomo e niente fa pensare che possa aver contratto il virus. Già dal suo rientro a casa, la cinese non ha avuto contatti né con il marito e né con le due figlie, non è uscita di casa imponendosi quindi un isolamento volontario così come le era stato consigliato al suo arrivo in aeroporto. L’isolamento terminerà tra due giorni, quando scadranno i 14 di quarantena raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Le misure precauzionali adottate per la donna, come da protocollo regionale, si aggiungono alle altre 5 messe in atto in Irpinia. L’anziana dell’hinterland avellinese in cura al Moscati per la dialisi, le due studentesse (una di Casalbore e una di Pietradefusi) di ritorno da un viaggio in Cina e i due commercianti di Bisaccia e Mirabella Eclano.
(di Vincenzina Ricciardi )

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO