Bisaccia: l'odissea del 118 tra disagi e strade impraticabili

10 gennaio 2017, 14:11
3031
Condividi

Il 118 di Bisaccia, per le condizioni atmosferiche e l'impraticabilità delle strade opera ancora in gravissimo disagio, infatti ieri sera in una frazione isolata di campagna del formicoso (c/da Peruzza) i sanitari del 118 hanno potuto soccorrere un'anziana signora che era caduta sulla neve, presso la sua abitazione, solo a bordo dei mezzi dei vigili del fuoco, e solo una volta raggiunta la statale dove la percorribilità era migliore, è stata caricata sull'ambulanza  trasportata presso il l'ospedale di Ariano Irpino per le cure del caso.Ed ancora, un signore rinvenuto privo di coscienza nella neve nella campagna dei paesi limitrofi, ha rischiato di morire per assideramento, se non fossero intervenuti i sanitari del 118 di Bisaccia. Numerose le chiamate in questi giorni dalle contrade più isolate e dai paesi più colpiti dalla calamità atmosferica. I sanitari e gli operatori tutti stanno garantendo sia la continuità del servizio che l'efficienza dei soccorsi con enorme sacrificio personale anche mettendo a rischio la propria incolumità. Ricordiamo infatti che qualche giorno fa l'ambulanza di Bisaccia, che tra l'altro non è una quattro per quattro, nonostante le ripetute richieste, è rimasta all'addiaccio sul Formicoso per cinque ore durante un trasporto presso l'ospedale di Sant'Angelo. Il presidio del 118 di Bisaccia si conferma un servizio necessario ed essenziale per soccorrere una popolazione fragile essendo costituita per lo più da anziani che vivono soli, di un territorio particolarmente difficile ed inaccessibile per le caratteristiche orografiche, per cui sarebbe auspicabile sia una deroga sugli orari di monto e smonto in queste condizioni di criticità sia l'approvvigionamento di mezzi adeguati come ambulanze quattro per quattro, anche con delocalizzando quelle già in dotazione dell'ASL.

(Foto di archivio)

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO