Difesa Grande, l'Arpac decide sulla bonifica/INTERVISTA

06 settembre 2017, 14:52
270
Condividi
Discarica di Difesa Grande, dopo controlli attuati per circa un anno e mezzo si è giunti alla fine delle attività di monitoraggio, si attendono a breve i risultati dell’Arpac per confermare o la non contaminazione del sito oppure la necessità di bonifica. LA NOTA DEL COMUNE DI ARIANO IRPINOStamattina, mercoledì 6 settembre 2017, si è tenuto un incontro tecnico presso  gli Uffici dell’Unità Operativa Dirigenziale “Autorizzazioni Ambientali e Rifiuti” della Regione Campania – STAP – sede di Avellino,  volto a definire l'iter procedurale conclusivo riguardante la gestione post mortem della discarica di Difesa Grande. Alla riunione - alla quale hanno partecipato il Sindaco Domenico Gambacorta, l’Assessore Raffele Li Pizzi e il dirigente Comunale Fernando Capone - erano presenti tutti gli Enti coinvolti, sia per i pareri tecnici, sia per i controlli della discarica, quali Regione Campania, Provincia  di Avellino,  Asl, Arpac, Consorzio ASI, nonché la società Asidev che gestisce l'impianto. La discarica di Difesa Grande, infatti, non più utilizzata per lo sversamento di rifiuti già dal 2007,  è stata successivamente oggetto di una approfondita indagine ambientale, denominata analisi di rischio sito specifica, dalla quale scaturiva che il sito non risulta contaminato.   L'analisi prevedeva comunque un'attività di monitoraggio, di conferma delle analisi poste a base dell'analisi di rischio, i cui dati, risultati pienamente soddisfacenti, sono stati anticipati per le vie brevi al tavolo tecnico. Alla luce di dette positive condizioni, sono state concordate tutte le successive fasi operative, atte a realizzare la definitiva copertura dell'impianto, denominata capping, stabilendo un percorso che permetterà in tempi brevi la realizzazione delle opere di chiusura definitiva della discarica.
(di Valentina Bruno )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO