Emergenza ponti, come avviene il collaudo? Risponde l'ingegnere D'Agostino

08 novembre 2018, 15:09
313
Condividi
Il ponte di Parolise da rifare ex novo, su quello de "La Manna Tre Torri" di Ariano ancora si procede a traffico alternato regolato da semaforo. Dopo i fatti di genova, ponti e viadotti sono osservati speciali, sotto la lente di ingrandimento ogni particolare dello stato delle infrastrutture. Ma se di ponti anzianotti ne è piena l’irpinia e si procede a controlli serrati, altri ogni giorno vengono costruiti. È il caso dello Schivito Macchie, viadotto di 363 metri che fa parte della strada a scorrimento veloce, Lioni-Grottaminarda. Un ponte, ancora non aperto al pubblico certo, ma che dopo i 13 mesi impiegati per costruirlo, è stato da poco collaudato. È l’ingegnere D’Agostino, direttore dei lavori dell’arteria viaria a raccontarci come, ad oggi, avviene una così delicata operazione come quella del collaudo di un ponte.
(di Vincenzina Ricciardi )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO