Fontanarosa, ''cluster circoscritti''. A Mirabella 152 guariti. Grotta, al mercato solo generi alimentari

16 novembre 2020, 12:56
2804
Condividi
Cluster diversi ma circoscritti nel comune di Fontanarosa. “Situazione sotto controllo” dice il vice sindaco Pasquariello. A Mirabella, più del 70% dei cittadini prima positivi, può rientrare in comunità. Restano una cinquantina di contagiati. A Grottaminarda, le nuove restrizioni fermano, in parte, il mercato del lunedì.

Cluster diversi ma comunque circoscritti. “La situazione a Fontanarosa è sotto controllo”, ci spiega il vicesindaco di Fontanarosa Romolo Pasquariello. Molti contagi infatti sono limitati ad alcuni nuclei familiari. 17 le persone risultate contagiate nel comune della medi a valle del calore, dopo lo screening effettuato lo scorso mercoledì sui contatti diretti di positivi. Sono in tutto 36 gli attualmente positivi; 10 invece i guariti e 6 le persone ricoverate. Una trentina i cittadini in isolamento obbligatorio. La prossima settimana potrebbe esserci un nuovo screening sulla popolazione per capire a che punto è la situazione contagi.

A Mirabella invece da venerdì sono 152 i cittadini guariti che possono rientrare in comunità; 206 le persone che hanno terminato l’isolamento domiciliare. 3 quelle ancora ricoverate. Mentre sono 52 i residenti ancora positivi con 70 persone in isolamento. Il primo cittadino ha annunciato che il 75% delle persone, prima positive, può rientrare in comunità mentre si continuerà a lavorare col Sep. Cinque pazienti contagiati, un decesso e tre dipendenti risultati positivi: questa la situazione relativa alla comunità tutelare Maria Teresa. Due settimane fa – come scrive il sindaco Ruggiero – l’intero organico della struttura è stato posto in isolamento. Gli ospiti sono curati da medici e infermieri. Dal 25 settembre e fino ad oggi sono 207 i residenti risultati positivi, oltre 270 le persone non positive ma sottoposte ad isolamento domiciliare. 11 i cittadini che hanno dovuto ricorrere al ricovero ospedaliero. 2mila i tamponi eseguiti nell’arco di circa due mesi, 500 dei quali in laboratori privati. Oltre 90 i cittadini di Grottaminarda colpiti dal virus nell’arco di circa tre mesi. Una quarantina gli attualmente positivi. Stamattina, a causa delle più rigide restrizioni entrate in vigore da ieri, si è fermato ma solo in parte il mercato del lunedì. E’ consentita infatti solo la vendita di generi alimentari. Di certo, il tradizionale mercato del comune ufitano ha attirato così meno avventori. Contingentato, come da ordinanza del sindaco Cobino, l’ingresso al cimitero.





(di Nancy D'Alessandro )

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO