Liceo “Mancini”, firmato il provvedimento per l’assegnazione dei locali per l’attività didattica

provincia
06 febbraio 2018, 18:07
310
Condividi

Il dirigente del settore Patrimonio Edilizio ed Edilizia Scolastica della Provincia, Antonio Marro, ha disposto attraverso un proprio provvedimento l’assegnazione degli ambienti per le attività didattiche del liceo “Mancini” di Avellino, con decorrenza 15 febbraio 2018 e fino alla fine dell’anno scolastico in corso. 
Così l’assegnazione dei locali:

porzione di immobile a San Tommaso (strada Quattrograna), di proprietà del Comune di Avellino, per complessive 12 aule più ambienti di servizio (corpo a sinistra rispetto all’ingresso); 

porzione di immobile sito a Rione Parco (via Generale Rotondi), di proprietà del Comune di Avellino, per complessive 9 aule più ambienti di servizio (corpo a sinistra rispetto all’ingresso);

intero immobile in via Zigarelli, di proprietà dell’Amministrazione Provinciale, per complessive 12 aule più ambienti di servizio;

porzione di immobile presso Ipia “Amatucci” (corpo basso laterale prospiciente via Fratelli Ciocca), per complessive 5 aule più ambienti di servizio;

porzione di immobile presso l’Itis “Dorso” (corpo basso prospiciente la palestra), già in uso all’Ipia “Amatucci”, per complessive 6 aule più ambienti di servizio; 

porzione di immobile sito in via Cannaviello, di proprietà della Provincia di Avellino e sede del Provveditorato agli Studi, per complessive 10 aule più servizi, oltre ai locali già in uso per gli uffici del liceo.

Contestualmente e sempre con decorrenza 15 febbraio 2018, le aule al primo e al secondo piano dell’immobile di viale Italia 18, oggetto di lavori da qualche mese, saranno di nuovo fruibili da parte dell’Ipia “Amatucci” e nelle stesse ritorneranno le classi attualmente sistemate nei laboratori, oltre che le 5 classi ospitate presso l’Itis “Dorso”. 
Il Servizio Edilizia Scolastica della Provincia si occuperà del coordinamento delle attività di trasferimento di quanto strettamente necessario alla continuità didattica.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO