#PizzaUnesco contest: già 300 i pizzaioli in gara

06 settembre 2017, 00:37
296
Condividi
NAPOLI – Quasi 300 pizze per una gara unica: per la sua seconda edizione, il contest #pizzaUnesco, organizzato dal sito MySocialRecipe, ha già fatto registrare il doppio dei partecipanti della prima annata e fino all’11 settembre ci sarà tempo per registrarsi e partecipare. Un anno particolare il 2017 visto che l'Unesco deciderà per il riconoscimento dell'arte dei pizzaioli napoletani come patrimonio immateriale dell'Umanità. Il primo ottobre, poi, la giuria decreterà i 10 finalisti che saranno invitati a Napoli per la fase finale live della gara e per la serata evento che si terrà il 14 novembre con la premiazione del vincitore.Grande partecipazione dall’estero, da tutti e cinque i continenti, da parte di pizzaioli di tutto il mondo che lanciano sempre più forte il loro segnale per sostenere la candidatura dell'Arte dei pizzaioli napoletani a Patrimonio dell'Umanità: ci saranno concorrenti da Stati Uniti, Canada, Cina e Giappone, i paesi dove la pizza napoletana sta diventando una vera e propria tendenza, ma anche da Kenia, Marocco, Australia, Nuova Zelanda, Corea, Cile, Venezuela e Russia.Svariate le menzioni speciali che verranno assegnate durante il #pizzaUnesco, tra le quali vanno ricordate la "Migliore pizza per gli aspetti nutrizionali" (a cura di Legambiente), "Pizza Slow - migliore pizza per la territorialità" (a cura di SlowFood), "Pizza senza glutine" (Ristorazione Italiana Magazine).Il contest ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Regione Campania, Comune di Napoli, Città Metropolitana, Camera di Commercio, Legambiente, Fondazione Univerde, Associazione Italiana Sommelier e EcoMuseo della dieta Mediterranea di Pioppi,  ed è sostenuto da Ferrarelle, La Fiammante, Molino Caputo, Olitalia, Sorì, come main sponsor, e dal Consorzio del Parmigiano Reggiano come sponsor. La fase live, che si terrà a novembre, sarà sostenuta anche da Event Planet Food, Fondazione Birra Moretti, Gi.Metal e Scugnizzo Napoletano. I partner sono la Federazione Italiana Cuochi e la Nazionale Italiana Pizzaioli.
(di Elisa Manacorda )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO