Sviluppo Ufita: intesa tra Regione, Invitalia e Unione dei Comuni

14 febbraio 2018, 17:16
741
Condividi

Stamane presso la sala “Francesco De Sanctis” della Regione Campania si è tenuta la cerimonia di firma del Protocollo d’intesa tra Regione Campania, Invitalia e l’Unione dei Comuni Terre dell'Ufita. Il protocollo è lo strumento per favorire l’adozione e la realizzazione di interventi per il rafforzamento della competitività del sistema economico del territorio dei Comuni facenti parte dell’Unione (Bonito, Flumeri, Frigento, Gesualdo, Grottaminarda, Melito Irpino, Sturno, Villamaina) attraverso la reciproca collaborazione finalizzata all’insediamento di nuove attività produttive e alla promozione delle opportunità offerte dagli strumenti di incentivazione a sostegno degli investimenti gestiti da Invitalia e dalla Regione Campania.

Alla cerimonia di firma hanno partecipato il presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca, l’assessore regionale alle attività produttive Amedeo Lepore e, oltre ai sindaci dei comuni interessati dall’accordo, anche il presidente di Confindustria Giuseppe Bruno, insieme ad una delegazione di imprenditori locali, ed il presidente della Provincia di Avellino Domenico Gambacorta Le azioni prioritarie individuate dall’accordo sono il rilancio delle aree industriali infrastrutturate presenti sul territorio dei Comuni aderenti a Terre dell’Ufita attraverso l’attrazione di nuovi investimenti e lo stimolo di start-up e nuove iniziative imprenditoriali; e la realizzazione di azioni congiunte per promuovere il riconoscimento dell’area industriale e logistica della Valle Ufita quale parte della costituenda “Zona economica speciale (ZES) del comprensorio dei porti di Napoli e di Salerno e delle relative zone retroportuali e dell’area di Bagnoli”, in coerenza con la delibera della Giunta regionale Campana n. 720 del 13 dicembre 2016.

Per l’Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, Invitalia, era presente ed ha sottoscritto l’accordo l’amministratore delegato dell’azienda, Domenico Arcuri, che ha commentato così: “al Sud per fare bene occorrono due qualità: tenacia e pazienza; queste qualità sono quelle che contraddistinguono Luigi Famiglietti, i sindaci e gli imprenditori della zona”. L’onorevole Luigi Famiglietti che da sindaco di Frigento ha promosso la costituzione dell'Unione dei Comuni delle Terre dell'Ufita e poi ha seguito passo dopo passo la stesura del Protocollo ha affermato: “Invitalia e' già presente nell’area dell' Ufita per una serie di iniziative, dopo aver finanziato il Contratto di Sviluppo per Industria Italiana Autobus ora sta lavorando anche al consolidamento della parte pubblica nella società di produzione degli autobus; inoltre sta seguendo gli interventi per le aree di crisi industriale non complessa nel settore manifatturiero e lo sviluppo della piccola imprenditorialità con la misura Resto al Sud – continua Famiglietti-. Attraverso la nascente collaborazione prevista dal Protocollo, tutti gli strumenti agevolativi di Invitalia saranno promossi  e messi a sistema con le opportunità  presenti sul territorio per un uso efficiente delle infrastrutture industriali già disponibili”.

Qui l'intervista a Domenico Arcuri

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO