Addette alle pulizie, c'è l'intesa: sette ore di lavoro a settimana

21 novembre 2018, 18:45
524
Condividi
Si chiude con la firma del contratto a 7 ore la vertenza delle 9 addette alle pulizie presso gli edifici comunali di Ariano Irpino. Al termine del tavolo in Prefettura, le lavoratrici seguite dalla UIL hanno deciso di terminare la protesta durata oltre un mese. Uno spiraglio per aumentare le ore di lavoro settimanali potrebbe arrivare da un affidamento aggiuntivo che il comune è disposto a fare.ma capiamo di più nel servizio

7 ore di lavoro a settimana. E’ questo l’accordo raggiunto tra la cooperativa e le 9 lavoratrici che da anni si occupano del servizio pulizie negli uffici e negli spazi di proprietà del comune di Ariano Irpino. Un lungo tavolo in Prefettura ha determinato la fine della vertenza e soprattutto della mobilitazione delle addette che hanno incrociato le braccia per 4 settimane. Alla base della contestazione proprio la riduzione delle ore di lavoro e di conseguenza della retribuzione con la nuova cooperativa che si è aggiudicata il servizio, una ditta salernitana che opera da tempo in Sardegna e anche nella Capitanata per le forze militari. Ebbene, durante il confronto ad Avellino, i tre referenti della cooperativa hanno ribadito la loro volontà di superare il contenzioso ma le superfici su cui lavorare non permettono di aumentare il monte ore. Dall’altro lato, la Uil con il segretario provinciale Gigi Simeone e il responsabile di categoria Michele Caso hanno perorato le ragioni delle 9 signore non nascondendo un po’ di amarezza rispetto alla firma:  “Le condizioni contrattuali restano capestri – dice Caso – e la qualità del servizio non potrà non risentirne”.

Presente, come parte terza, l’amministrazione comunale del Tricolle, con il sindaco Gambacorta e l’assessore delegata al personale i quali in virtù di un lungo rapporto delle lavoratrici con l’ente si sono detti disponibili a ricalcolare le superfici da inserire nell’elenco di quelle di competenza della cooperativa. In pratica, uno spiraglio potrebbe arrivare proprio dall’inserimento di altre strutture comunali, e ancora meglio dal Palazzetto dello Sport di rione Cardito che ad oggi è sotto la responsabilità di chi se ne serve. Dopo gare, allenamenti, o manifestazioni, associazioni e società sportive si devono preoccupare di ripulire gli spazi utilizzati. Questo potrebbero farlo le addette della cooperativa, attraverso un affidamento aggiuntivo disposto dall’ente comunale che si tradurrebbe in 2 ore di lavoro in più sempre alla settimana. Una modifica in positivo a cui si potrebbe giungere a brevissimo tempo, intanto le signore con qualche riserva rientreranno a lavoro.

(di Valentina Bruno )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO