Ariano, raccolta differenziata al 50%. Li Pizzi soddisfatto

08 febbraio 2018, 15:54
381
Condividi

Sfiora il 50% il dato della raccolta differenziata nella Città di Ariano Irpino. Nei 12 mesi del 2017 si registra il 49,15%. “Puntiamo entro la fine del mandato al 65% - dice l’assessore comunale all’Ambiente, Raffaele Li Pizzi -. Stiamo lavorando in questa direzione senza soste. Già pronta una serie di progetti. Nel frattempo, evidenziamo con soddisfazione i grandi passi avanti che sono stati compiuti grazie alla collaborazione dei cittadini. Quando l’amministrazione Gambacorta si è insediata la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti si fermava al 37,84%. Ora, invece, siamo a quota 50%. Ci attendiamo un incremento già nel 2018”.

Un dato positivo, soprattutto se si considera l’estensione del territorio di Ariano Irpino. “La nostra città – spiega Li Pizzi – si sviluppa su una superficie di 185 chilometri quadrati. Metà della popolazione risiede in un fazzoletto di meno di 10 chilometri quadrati, il resto è sparso tra contrade e campagne, dove è davvero complicato organizzare il servizio porta a porta. Servizio che sarebbe particolarmente oneroso per il Comune e, quindi, per gli stessi cittadini”.Nel giro di qualche giorno cominceranno i lavori per la realizzazione di tre nuove isole ecologiche, a Camporeale, Stratola e Villa Caracciolo. L’impatto ambientale sarà mitigato da schermature, mentre all’interno ogni sito verrà allestito con divisori per un corretto deposito dei vari tipi di rifiuto. E’ previsto, inoltre, un impianto di videosorveglianza per evitare conferimenti indisciplinati.

“Il fenomeno dell’abbandono dell’immondizia si è fortunatamente ridotto rispetto ai mesi scorsi – aggiunge Li Pizzi – grazie all’importante attività della Polizia Municipale e alla stessa videosorveglianza. Gli agenti hanno posto molta attenzione alla questione. Sono state elevate anche numerose contravvenzioni. Un lavoro che ha dato i suoi frutti”, conclude l’assessore all’Ambiente. Da segnalare che a breve partirà una campagna informativa promossa dal Comune per

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO