Beffa evitata. Fondi per zone rosse, c'è anche Ariano

20 maggio 2020, 13:13
1444
Condividi

Il danno c'è stato, ma almeno la beffa è stata evitata. La città Ariano, già provata dal virus e da oltre un mese di zona rossa, rischiava di rimanere fuori dai fondi messi a disposizione del Governo per le aree più colpite.

Nella prima stesura del Decreto Rilancio, infatti, il Tricolle era rimasto escluso dal provvedimento. Poi ieri con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, si è scoperto che il testo dell'articolo 121 era stato modificato. Ai  fondi per i comuni ricadenti nelle province  di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza, è stato aggiunto il passaggio sui i comuni dichiarati zona rossa. Il fondo, pari a 200 milioni di euro, è stato dunque esteso ai centri messi in quarantena sulla base di provvedimenti statali, ma anche regionali, entro il 3 maggio e per almeno trenta giorni consecutivi. E', appunto, il caso di Ariano. Dunque, prosegue il testo, ''con decreto del Ministero dell'interno, da adottarsi entro 10 giorni, è disposto il riparto del contributo sulla base della popolazione residente''. Ora bisognerà vedere a quanto ammonterà la quota destinata al Tricolle. In ogni caso, una volta ottenuti, i fondi dovranno essere destinati ad interventi di carattere economico e sociale connessi con l'emergenza sanitaria da Covid

L'esclusione di Ariano aveva suscitato molte polemiche, grazie alle pressioni e ai numerosi appelli rivolti al Governo, la beffa è stata evitata. Una boccata d'ossigeno per il Tricolle che ora almeno potrà contare su questi fondi per programmare con più serenità la ripartenza.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO