Castel Baronia, la guerra delle quote rosa. Lomazzo scrive a Boschi e Prefetto

18 maggio 2017, 16:26
388
Condividi

Tiene banco a Castel Baronia il caso dell'assenza di quote rosa nella giunta del sindaco Martone e la battaglia per la rappresentaza femminile che sta conducendo la consigliera Patrizia Reale. Della vicenda è stata interessata anche la sottosegretaria Maria Elena Boschi e il Dipartimento Pari Opportunità. Questi alcuni stralci della missiva inviata da Patrizia Reale alla Boschi:

''Dopo tre anni di corrispondenza epistolare e ricorsi con tutti i livelli istituzionali locali, provinciali e regionali, mi vedo costretta a ricorrere ai massimi organi al fine di far conoscere la paradossale condizione in cui versa il piccolo comune nel quale la sottoscritta Reale Patrizia ricopre la carica di consigliere di minoranza. Da molti mesi il Difensore Civico è stato rimosso e mai rinominato, la Prefettura non prende provvedimenti in merito alla questione rappresentanza di genere nella Giunta Martone dove peraltro è stato nominato il Commissario ad Acta. Ebbene, come già detto sono trascorsi ormai tre anni, quesiti posti alla Prefettura, alla Consigliera della pari opportunità della Regione Campania, l'intervento del Difensore Civico, l'intervento del Commissario ad acta, ben tre ricorsi al TAR di Salerno, non entrato mai nel merito della questione, al contempo, con ultima sentenza del 28/04/2017 il Tar ha dichiarato inammissibile il ricorso fatto dalla sottoscritta insieme ad un altro Consigliere Comunale, contro il decreto con il quale il Sindaco, dopo aver revocato la nomina commissariale della sottoscritta ad assessore (a seguito della rinuncia delle tre donne elette nella lista di maggioranza), ha disatteso il provvedimento del Commissario ad acta rinominando lo stesso assessore revocato dal Commissario, dando così l'impressione di legittimare il sindaco a non attenersi alla "legge quota rosa". 

Fornendo ampia documentazione, Reale passa in rassegna la vicenda giudiziaria e politica fino all'ultimo atto, l'interessamento della Consigliera di Parità della Regione Campania Domenica Lomazzo che lo scorso 15 maggio ha inviato una nota sia al sindaco del comune di Castel Baronia che al Prefetto di Avellino e, per concoscenza, al sottosegretario Boschi, per sollecitare il primo cittadino ad adeguarsi alla normativa vigente in materia di equa rappresentanza dei sessi in giunta.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO