“Rifiuto inquinare”, gli studenti di Grottaminarda impegnati nella tutela dell’ambiente

06 giugno 2018, 16:40
426
Condividi
L’ambiente è un sistema vivente che va tutelato e salvaguardato e come tale costituisce un campo didattico ed educativo che offre alla scuola e agli insegnanti sensibili nei confronti di queste tematiche molteplici possibilità di approccio culturale, di proposte formative e di iniziative di sensibilizzazione. Con queste premesse, vari istituti scolastici di Grottaminarda hanno partecipato a una importante manifestazione dal titolo “Rifiuto inquinare 2018”, che si è tenuta presso l’aula magna dell’Istituto Istruzione Superiore della cittadina ufitana.I lavori sono stati introdotti dalla professoressa Catia Capasso, dirigente scolastica dell’Iis di Grottaminarda, dalla professoressa Teresina Meninno, dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo “San Tommaso d’Aquino” di Grottaminarda, e dal professor Angelo Cobino, sindaco del Comune di Grottaminarda. Al professor Giuseppe Martiniello, docente di Scienze, è stato poi affidato il compito di illustrare le tematiche relative al progetto formativo, i cui obiettivi sono stati ulteriormente approfonditi dall’ingegner Michele Zarrella, in qualità di esperto esterno. A seguire gli interventi conclusivi delle professoresse Rita Minichiello e Letizia Raduazzo, coordinatrici del progetto.Alla manifestazione hanno preso parte le classi seconde dell'Iis di Grottaminarda, che hanno realizzato numerosi lavori di ricerca inerenti al tema dei rifiuti e della preservazione dell’ambiente. Gli alunni della classe IIA Turistico, invece, nei giorni precedenti, avevano già rilevato con appositi strumenti il livello della CO2 nei pressi della casa comunale di Grottaminarda. La tabella con tutti i dati raccolti è stata oggetto di discussione nel corso del dibattito e successivamente è stata consegnata all’Amministrazione comunale nelle mani del sindaco. Gli studenti dell’Itis, da parte loro, hanno realizzato filmati e presentazioni sul tema del riciclaggio dei rifiuti e sulle questioni legate all’inquinamento del mare. Inoltre, gli allievi della classe seconda del Liceo artistico hanno preparato una serie di disegni dipinti con varie tecniche, mentre altri lavori sul riciclaggio e sulla tutela dell’ambiente sono stati realizzati dai ragazzi delle seconde medie.Particolarmente significativa, a margine della manifestazione, è stata la lettura della lettera inviata dalla dirigente scolastica Catia Capasso a tutti gli allievi, nella quale, partendo dalle motivazioni alla base della manifestazione, si sottolineava il valore della tutela ambientale, l’importanza di abbandonare la cultura del consumismo smisurato e la necessità di proporre nuovi stili di vita sobri e razionali attuando una economia integrale, così come afferma Papa Francesco nella sua enciclica “Laudato si’”.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO