Tribunali soppressi, costituito il “Comitato di coordinamento per la difesa della Giustizia di prossimità”

Il Tribunale di Ariano Irpino
20 luglio 2018, 13:42
478
Condividi
E’ stato costituito questa mattina a Roma, presso la sede del Consiglio Nazionale Forense, il “Comitato di coordinamento per la difesa della Giustizia di prossimità nel territorio della Repubblica Italiana”.
Al Comitato partecipa anche il Comune di Ariano Irpino, rappresentato dal vice-sindaco Giovannantonio Puopolo. Nella delegazione che sta prendendo parte ai vari incontri per tentare di riaprire i Tribunali soppressi anche il vice-presidente del Consiglio Comunale, Giovanni La Vita e gli avvocati Marcello Luparella e Carmine Monaco, in rappresenza dell’ex Foro.
Il Coordinamento punta “a contrastare con ogni mezzo la riforma della geografia giudiziaria derivante dalla legge delega 14.9.2011 n.148 e dal Decreto legislativo 7.9.2012 n.155; a intraprendere ogni iniziativa a tutti i livelli per ottenere l’abrogazione e la modifica dei provvedimenti legislativi medesimi, promuovendo a tal fine un sollecito incontro con il Ministro della Giustizia perché sia dato corso, anche mediante atti di urgenza, alla riapertura dei trenta Tribunali, nessuno escluso; tutelare dinnanzi agli organi di giustizia nazionali e internazionali i diritti fondamentali dei cittadini; garantire a tutti i cittadini un equo accesso alla giustizia”.      
“La nostra iniziativa va avanti, nella consapevolezza che le trenta realtà interessate solo unite siano in grado di provare a modificare una riforma fallimentare sotto tutti i punti di vista – dice il vice-sindaco Puopolo -. Il Comune di Ariano Irpino continuerà a fare la sua parte, perseguendo ogni strada possibile per la riapertura del Tribunale. Allo stesso tempo, stiamo cercando di far rivivere quell’immobile nel centro della città attraverso l’utilizzo degli spazi da parte di altri uffici dello Stato”.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO