Ancora minacce per Muhammad: ''Non ho paura di morire''

13 marzo 2019, 16:51
262
Condividi
Muhammad Waquas, rappresentante del comunità pakistana in Irpinia, mediatore culturale, negoziante di Monteforte. E' lui la vittima di una serie minacce, anche armate, sequestro di persona e tentativi di estorsione che hanno portato, dopo le sue denunce,  a sette arresti. I presunti responsabili, tutti italiani, avrebbero chiesto a Muhammad il 20%  al giorno dei suoi incassi sia come gestore di un circolo che come mediatore che spesso collabora con prefettura nella gestione dei centri di accoglienza. Non si sarebbe trattato di racket o estorsioni invece, ma solo di un dissidio, secondo  le testimonianze rese dagli arrestati. Alcuni hanno raccontato di essere loro stessi vittime di un'aggressione da parte dei pakistani. Sarà la magistratura a fare luce. In conferenza stampa Waquas ha raccontato di ulteriori minacce di morte ricevute in queste ore, come quella dei crisantemi trovati sulla sua auto. Soprattutto, ci ha tenuto ha precisare che la comunità pakistana non ha paura, è integrata, lavora, paga le tasse e rispetta le regole. Non solo, lui stesso è impegnato da tempo per la diffusione di una cultura di pace e non violenta.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO