Ariano, ditte esterne per liberare la città da neve e ghiaccio

08 gennaio 2017, 12:05
2176
Condividi
Da questa mattina sono all’opera 17 imprese private impegnate nello sgombero e nella salatura delle arterie comunali delle contrade e delle periferie di Ariano.L’Amministrazione Comunale ha suddiviso il territorio (che si estende su una superficie di 186,74 kmq) in quattordici macro-aree più il centro, per rendere un servizio efficiente ed efficace e, al tempo stesso, per monitorare costantemente la situazione con una ditta per ogni ambito.Le imprese individuate per espletare tale servizio già in passato hanno lavorato per conto del Comune per svolgere la medesima mansione. Pertanto, sono state selezionate in considerazione dell’esperienza e delle competenze maturate in occasione di altre precipitazioni nevose. All’attività di pulizia delle strade delle contrade e delle periferie, si aggiunge quella nel centro (dove si concentrano l’ospedale, gli uffici pubblici, le scuole) con mezzi di proprietà dell’Ente e ditte esterne che già da venerdì stanno operando per cercare di mitigare i disagi. L’azione senza soste dell’Amministrazione Comunale si avvale, inoltre, del supporto della polizia municipale e della squadra di tecnici e operatori del settore. Preziosa la collaborazione della Protezione Civile e delle associazioni che si stanno impegnando in queste ore con grande dedizione.“Stiamo operando nel pieno rispetto del piano neve approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale – spiega la consigliera con delega alla Protezione Civile, Sara Pannese -. Da questa mattina ci stiamo dedicando allo sgombero delle contrade, schierando le imprese private incaricate”. Sin dalla giornata di venerdì è stata garantita la viabilità d’accesso all’ospedale “Frangipane” e agli edifici strategici. Da domani mattina si provvederà alla pulizia e alla messa in sicurezza dei piazzali e delle vie di ingresso degli istituti scolastici, delle aree di stazionamento dei bus e degli scuolabus, al fine di assicurare il ritorno in classe.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO