Auto contro albero, Sturno piange Thomas: comunità sotto shock

16 aprile 2018, 15:56
3446
Condividi

Dopo aver trascorso il sabato sera con amici, stava ritornando a casa il giovane Thomas Famiglietti quando ha perso il controllo della sua C3 e si è schiantato contro una quercia. L’auto diventa un groviglio di lamiere e la vita di Thomas si spezza sul colpo. Poco dopo, di lì, lungo la provinciale 167 che collega Grottaminarda a Sturno, un automobilista passa e nota la Citroen in bilico contro l’albero e parte l’allarme e subito i soccorsi del 118, con l’arrivo dei carabinieri della compagnia di Mirabella Eclano diretti dal capitano Domenico Signa e dei vigili del fuoco del vicino distaccamento grottese. Una scena straziante: sono occorse cesoie e potenti torce per estrarre il corpo dall’abitacolo divenuto un ammasso di ferro.

Thomas, 18 anni, frequentava il Liceo nella vicina Frigento. Era il primogenito di una famiglia semplice e ben voluta in paese. La comunità si stringe intorno a tutti loro: al papà Mario, dipendente di un’impresa edile conosciuto anche il suo impegno nella politica sturnese, e alla mamma Giuseppina, per questa immane tragedia. Una perdita inaccettabile, improvvisa ed inconsolabile. Si è ipotizzato che alla base dell’incidente possa esserci stato un colpo di sonno, sull’asfalto non è stato ritrovato alcun segno di frenata. In quel campo, in una zona abbastanza isolata, dove sono anche poche le abitazioni, pare non si sia udito nulla. Alle prime ore del giorno in paese si è appreso della disgrazia e i suoi tanti amici hanno voluto ricordalo sul suo profilo facebook con i momenti trascorsi insieme. Il corpo di Thomas dopo le autorizzazioni del magistrato di turno è stato consegnato alla famiglia e poco fa, nella chiesa San Domenico, si è tenuto l’ultimo saluto.

(di Valentina Bruno )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO