I Carabinieri denunciano dieci persone e sequestrano 5 fucili da caccia

Carabinieri
08 ottobre 2013, 15:26
635
Condividi
A Montefalcione i militari del locale Comando Stazione Carabinieri hanno deferito in stato di libertà, un ragazzo 20enne del posto per detenzione illecita di sostanza stupefacente in quanto trovato in possesso di 16 gr di hashish. Deferiti in stato di libertà altri due giovani, entrambi di anni 18, per favoreggiamento in quanto cercavano di aiutare il primo nell’eludere le investigazioni dei militari. Segnalato alla competente Prefettura altro ragazzo del luogo in qualità di assuntore di sostanze stupefacenti. La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro.

A Pratola Serra, i militari del locale Comando Stazione Carabinieri hanno deferito in stato di libertà un soggetto del luogo di anni 27, censurato, per minaccia aggravata e porto abusivo di armi in quanto si accertava che lo stesso, poco prima dell’intervento dei militari, avevano minacciato di morte più persone mediante l’utilizzo di arma presumibilmente con una pistola. L'arma è stata ritrovata ma si constatava la veridicità delle tesi sporte dai denuncianti mediante l’utilizzo di immagini estrapolate dai sistemi di video sorveglianza.

A Chianche, i militari del locale Comando Stazione Carabinieri hanno deferito in stato di libertà il rappresentante legale di una struttura del posto per inosservanza di provvedimento emesso dall’Autorità perchè non aveva ottemperato ad ordinanza di cessazione dell’attività.

A Venticano i  militari dei Comandi Stazione Carabinieri di Dentecane e Montefusco  hanno deferito in stato di libertà cinque persone provenienti dal napoletano in quanto avevano violato le norme per la protezione della fauna selvatica previste dalla “Legge sulla caccia” poiché sorpresi a cacciare in zona vietata e sottoposta a ripopolamento. Le armi, consistenti in cinque fucili da caccia e relativo munizionamento venivano sottoposti a sequestro.

A Montefalcione i militari del locale Comando Stazione Carabinieri hanno intercettato un 19enne foggiano, censurato, che si aggirava con fare sospetto nei pressi del centro abitato dello stesso comune. Dagli accertamenti è emerso che lo stesso si trovava in zona senza saper giustificare la sua presenza e pertanto, a suo carico, dopo i rituali accertamenti, veniva inoltrata proposta di foglio di via obbligatorio.  


ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO