Prof suicida, domani i funerali: il cordoglio del 'Ruggero' di Ariano

23 gennaio 2020, 15:37
4119
Condividi

Pare non ci siano dubbi per il medico legale Lamberto Pianese sulla cause della morte del professore 45enne di Grottaminarda. Rocco Meninno avrebbe deciso di chiudere i conti con la vita lanciandosi dal ponte della panoramica di Ariano Irpino, da un’altezza di oltre 30 metri. Prima di toccare terra l’uomo sarebbe anche stato trafitto su un fianco dal palo di un lampione. Il professore insegnava storia e filosofia al liceo linguistico Ruggero II, ma ieri mattina in classe non è mai arrivato. La sua macchina, segnalata da alcuni residenti della zona, è stata ritrovata dai vigili urbani in via Russo Anzano a pochi passi dal punto in cui si sarebbe buttato nel vuoto. Sono stati proprio i caschi bianchi a fare l’amara scoperta insospettiti da quell’auto parcheggiata in divieto di sosta. Dopo aver multato la Dacia Sandero in mattinata e notato che l’auto non si fosse spostata, i vigili hanno perlustrato la zona e ritrovato così il corpo dell’uomo senza vita al di sotto del ponte. Rocco, separato da qualche anno, viveva con i genitori a Grottaminarda dove era ritornato dopo aver insegnato a Monza. Il professore lascia un grande vuoto tra quanti lo conoscevano e tra gli studenti che ieri mattina lo attendevano in classe. Ancora ignote le motivazione del suo estremo gesto, non si esclude che possa esserci un problema di salute alla base della sua scelta. Ipotesi anche questa al vaglio degli inquirenti.

I funerali si terranno domani mattina alle ore 10.30 presso la Chiesa di Santa Maria Maggiore a Grottaminarda

Il cordoglio della dirigente scolastica dell'IISS RUGGERO II di Ariano, Prof.ssa Teresa De Vito

''Oggi è un giorno triste per la nostra istituzione scolastica. La notizia tragica della scomparsa del professore Rocco Meninno ci lascia sgomenti. Da quest’anno in servizio presso il Ruggero II, sin dai primi giorni si era fatto apprezzare dalla comunità studentesca e dai colleghi per le sue doti professionali e culturali. La scuola si stringe attorno al dolore dei familiari''.

(di Vincenzina Ricciardi )

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO