Gli ''Innocenti'' di Alberto Matano aprono il premio Biagio Agnes 2018

23 giugno 2018, 12:12
472
Condividi
SORRENTO - Il Premio Biagio Agnes, giunto nel 2018 alla sua decima edizione, si è aperto con un incontro dal titolo “Innocenti” - Il dramma ed il riscatto di uomini e donne accusati ingiustamente", moderato dal giornalista Tiberio Timperi, con la partecipazione del giornalista Alberto Matano, Filippo La Mantia finito in carcere nel 1986 per favoreggiamento dell’omicidio Cassarà, Stefano Messore accusato di sciacallaggio dopo essere intervenuto a favore dei terremotati di Amatrice nel 2016, Maria Andò arrestata nel 2008 con l’accusa di rapina e tentato omicidio, Gabriele Magno, presidente dell’Associazione Nazionale Vittime Errori Giudiziari e Simonetta Matone, sostituto procuratore generale presso la Corte di Appello di Roma e il giornalista Paolo Borrometi, presidente di Articolo 21. Gli ultimi dati disponibili, quelli del 2017, fanno registrare un incremento dei casi di ingiusta detenzione: ben 1013 contro i 989 dell’anno precedente spalmati su 34 milioni di euro di risarcimenti che lo Stato ha dovuto erogare. La città dove si registra il maggior numero di casi è Catanzaro con 158 segnalazioni. Seguono Roma con 137 e poi Napoli con 113. Il capoluogo campano è da sei anni consecutivi sul podio di questa classifica dove trova spazio tra le prime dieci, oltre alla Capitale, soltanto un’altra metropoli: Milano. Dei 36 milioni di euro sborsati dallo Stato per risarcire le persone detenute ingiustamente ben 2 milioni e 870 mila euro sono finiti sui conti correnti di napoletani reduci da storie di malagiustizia.
(di Elisa Manacorda )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO