Torna a Napoli il World Press Photo Exhibition

17 ottobre 2019, 19:33
311
Condividi
NAPOLI - Torna a Napoli, per il quarto anno consecutivo, World Press Photo Exhibition. Presente in oltre cento città e più di 45 Paesi, la tappa partenopea è organizzata da CIME incollaborazione con il MANN, che ne ospiterà l’edizione 2019, in programma fino all’11 novembre. La mostra rappresenta un viaggio per immagini tra gli avvenimenti più rilevanti del nostro tempo: ogni anno migliaia di fotoreporter delle maggiori testate editoriali internazionali si contendono il titolo nelle diverse categorie del concorso di fotogiornalismo. L’esposizione presenta le 144 foto finaliste selezionate tra le immagini che hanno raccontato il 2018 fra cui lo scatto vincitore del World Press Photo of The Year 2019: si tratta di Crying Girl on the Border di John Moore (Agenzia Getty Image). L’immagine ritrae una bambina honduregna di circa due anni, Yanela, in un pianto disperato mentre sua madre, Sandra Sanchez, che la tiene in braccio, è costretta a metterla a terra durante la perquisizione da parte un agente della polizia di frontiera americana al confine con il Messico. Le foto vincitrici di quest’anno sono state scelte tra i 78.801 scatti di 4.738 fotografi che hanno partecipato al concorso da 129 paesi diversi. Cinque i lavori degli italiani in mostra. Il reportage La crisi del lago Ciad di Marco Gualazzini, dell’agenzia Contrasto, ha vinto il primo premio per la sezione Environment stories. È stato Lorenzo Tugnoli, sempre dell’agenzia Contrasto, ad aggiudicarsi il primo premio nella sezione General news stories con il reportage La crisi in Yemen, realizzato fotografando i campi dei rifugiati, gli ospedali e la linea del fronte. È esposto anche lo scatto di Daniele Volpe, fotografo indipendente, secondo premio Foto singole per la sezione General news con Still Life Volcano.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO