"Vivere qui non è un esilio, ma un privilegio". Sgarbi ad Ariano

02 marzo 2019, 18:12
1918
Condividi

Impegnato nella vicina Daunia per il recupero del Castello e della rete museale di Ascoli Satriano, Vittorio Sgarbi fa tappa ad Ariano per approfondire lo studio delle ceramiche del Tricolle. Il noto critico d’arte, deputato e sindaco di Sutri, chiama il senatore Ortensio Zecchino mentre raggiunge Ariano. Ad accoglierlo in piazza Plebiscito l’amministrazione comunale e un buon numero di cittadini.

Dal Museo dei Grifoni di Ascoli Satriano al Museo Civico di Ariano Irpino. Visita a sorpresa, e di poco più di un’ora per Vittorio Sgarbi sul Tricolle. Il critico d’arte più amato ed odiato d’Italia, deputato e componente della commissione Cultura in Parlamento, attuale sindaco di Sutri, in provincia di Viterbo, ha visitato l’esposizione di ceramiche arianesi, Palazzo Bevere Gambacorta e il Castello Normanno con il Museo della Civiltà Normanna. Sgarbi si occuperà, su incarico dell’amministrazione comunale di Ascoli, del recupero e della messa in rete del Castello del paese dei Monti Dauni. Il suo breve tour ad Ariano ha rappresentato per lui una tappa di studio e approfondimento sui manufatti in ceramica ed ovviamente sui manieri della vicina irpinia. A lui è stato donato anche il recente volume curato dalla Provincia di Avellino che raccoglie i castelli dei vari borghi.   
(di Valentina Bruno )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO