Cosa cambia con la fattura elettronica: costi e rischi

29 novembre 2018, 18:24
487
Condividi

Dal primo gennaio 2019 entrerà in vigore la fatturazione elettronica. Si tratta di un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare per sempre il supporto cartaceo.Il nuovo formato è chiamato XML, un linguaggio informatico che consente di definire e controllare il significato degli elementi contenuti in un documento, verificando così le informazioni ai fini dei controlli previsti per legge.  

Tanti i dubbi da parte di commercialisti e addetti ai lavori, che ad Avellino hanno organizzato un momento di dibattito con esperti del settore. Si contesta che la riforma, per come è immaginata, finisca per favorire le società di softwer e il fisco, e non commercialisti e contribuenti.
Insidie anche  per quanto riguarda la privacy, c'è il rischio di un controllo sui consumi e quindi sulle abitudini degli italiani.

Interviste

Roberto Cunsolo (Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti)

Domenico Fioretti (Avvocato)

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO