Irpinia, occupazione ancora al palo: 55% dei giovani senza lavoro

05 agosto 2019, 16:44
556
Condividi

Resta praticamente invariato il tasso di disoccupazione in Provincia di Avellino. I senza lavoro sono il 14,4 %, meno 0,2 rispetto a maggio 2019. Drammatico il dato sui giovani, quasi il 55 % dei ragazzi irpini è disoccupato. Nonostante i segnali positivi registrati livello nazionale, in provincia di Avellino non si coglie al momento una inversione di tendenza.

A scattare la fotografia dello stato dell'arte à l'Osservatorio della Cisl. I dati sono stati presentati in conferenza stampa dal segretario Mario Malechionna. C'è poi il corposo dossier sulle vertenze: la Whirlpool, con l'indotto irpino ancora fuori dalle trattative; la Novolegno, ormai su un binario morto con i lavoratori in cassa integrazione; la Sidigas, con un futuro incerto per quanto riguarda sia il servizio che i dipendenti. E ancora, il comparto metalmeccanico, con la Fca che in futuro dovrebbe risollevarsi grazie alla produzione di 150 mila nuovi motori, e Industria Italiana Autobus che invece non riesce a decollare e dove altre 30 tute blu sono finite in cassa integrazione.

Quadro abbastanza complesso, dunque, anche per le partecipate. Non si capisce ad esempio come l'Alto Calore uscirà dalla crisi. Tiene banco, inoltre, il capitolo opere pubbliche. In particolare la Lioni-Grotta. Sulla ripresa dei lavori c'è cauto ottimismo da parte della Cisl. Tutto – dice Melchionna – si deciderà domani quando è prevista una riunione sui contenziosi pendenti, 15 milioni di euro, chiesti dalle aziende per i danni causati dallo stop ai lavori. Ora l'opera è nelle mani della Regione, ma se non si risolve il pregresso, c'è il rischio concreto che la riapertura dei cantieri non sia così imminente come da più parti auspicato.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO