Sirpress, Fismic e Ugl: ''C'è uno spiraglio''. Scontro con la Fiom

03 aprile 2018, 11:49
353
Condividi
Le Segreterie Provinciali di Fismic e Uglm accolgono le indicazioni del Sindaco di Nusco  Ciriaco De Mita e riaccendono la speranza per i circa 100 lavoratori dell’ex Almec senza penalizzare i giovani che sono stati assunti . Il Presidente Valerio Gruppioni, contattato telefonicamente, si è reso disponibile ad una ulteriore mediazione tra le parti che consenta un riequilibro tra giovani ed anziani senza penalizzare lo sviluppo dell’azienda.Questa mediazione, dichiarano gli esponenti di Fismic e Uglm è la risposta alle strumentalizzazioni della Fiom che ha tentato di cavalcare il bisogno di lavoro degli ex Almec. Se il lavoro in questa fase non basta per tutti , bisognerà  costruire un percorso con tempi più lunghi ed evitare di lasciare alcuni lavoratori senza ammortizzatori sociali . Il caso della Sirpress ha fatto emergere una grande necessità di lavoro in Alta Irpinia, per questo servirà un confronto serrato tra Sindacati , Associazione Industriali, Sindaci ed Istituzioni Provinciali e Regionali. “Un piano Marshall per il lavoro” che ridia speranza ai cinquantenni espulsi dalle fabbriche in crisi ed una risposta ai giovani disoccupati per evitare lo spopolamento delle nostre zone. La sfida, concludono Fismic e Uglm è costruire speranze e soluzioni e non contrapposizioni ideologiche senza sbocchi.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO