Distretto idrico, niente larghe intese: 30 posti, 41 candidati

15 dicembre 2016, 13:34
482
Condividi

Niente da fare, ancora una volta il tentativo di mettere in campo larghe intese, in questo caso per l'elezione del distretto idrico Irpinia-Sannio, è andato a vuoto.Centrodestra e centrosinistra si presentano divisi. L'accordo istituzionale, ipotizzato per alcuni giorni, è saltato all'ultimo momento. Così ci si presenta in ordine sparso: da un lato Udc e Forza Italia, dall'altro i Democratici.Secondo Gambacorta, presidente della Provincia e vicecoordinatore Regionale di Fora Italia, le larghe intese sono naufragate perchè il Pd non avrebbe garantito pari dignità agli schieramenti in campo. Opposta la versione dei democratici, dove comunque non mancano polemiche interne.

In pratica l'intesa tra centrodestra e centrosinistra è saltata quando si è andati a discutere della distribuzione dei ruoli. Il centrodestra si era detto d'accordo a dare al Pd il coordinamento del distretto e la maggioranza dei componenti nell'Ente Idrico Campano. Ma per quanto riguarda il consiglio di distretto, composto da 30 membri, Forza Italia e Udc avevano proposto 15 seggi a testa. E' proprio su quest'ultimo punto che sarebbe saltata l'intesa ed anche perchè, fanno sapere dall'Udc, ci si è mossi in ritardo.Accuse respinte dal senatore De Luca per il quale il tempo di fare liste unitarie c'era solo che forse il centrodestra, in vista delle prossime scadenze elettorali ed amministrative, ha preferito contarsi al proprio interno. In ogni caso De Luca lancia la proposta di una gestione unitaria dopo le elezioni, ''c'è sempre tempo per trovare un accordo a difesa delle falde acquifere e per promuovere lo sviluppo del settore''.

Ora l'attenzione è tutta al voto di lunedì. 41 canditati per  trenta posti disponibili. 25 gli amministratori in campo per il centrosinistra, tra cui Vignola, Repole, Di Cicilia, Del Gaizo; 16 per l'asse De Mita-Mastella-Forza Italia che tra gli altri candida anche l'arianese Franco Lo Conte e i primi cittadini di Caposele e Cassano.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO