L'ombra della camorra, Festa: non temiamo infiltrazioni

08 ottobre 2019, 17:58
228
Condividi

''Non temiamo infiltrazioni, siamo persone per bene, garantisco per tutti''. Nel giorno del Consiglio Comunale monotematico sull'allarme criminalità, il sindaco blinda giunta e maggioranza da sospetti e illazioni: ''Siamo liberi, autonomi e senza conflitti d'interessi''. Per Festa ciò non significa sottovalutare quanto accaduto: ''Piena fiducia nel lavoro di inquirenti e magistratura'', e annuncia una white list delle imprese e promette una centrale unica di committenza per gli appalti.

Parla anche Giacobbe, l'assessore aggredito sotto casa: ''Non sono sereno, ma so di aver sempre agito per il bene della comunità''. Oltre all'aggressione, gli altri episodi che hanno scosso la comunità sono l'ordigno contro l'auto di un imprenditore, gli spari contro le auto dei genovesi, l'arresto di Damiano Genovese, ex consigliere comunale.In aula non sono mancati gli affondi delle opposizioni che si chiede se ''chi governa è in grado di tenere fuori i mercanti dal tempio''.

All'esterno del civico consesso, il sit-in dei Cinquestelle, in presidio per esprimere solidarietà a magistratura e forze dell'ordine.Tanti gli ospiti in sala: amministratori, parti sociali, rappresentanti delle forze dell'ordine. Tra loro il presidente di Confindustria Pino Bruno, che teme ricadute sul sistema produtivo e reputazione irpino. Bruno mette in guardia anche da possibili appetiti della criminalità su importanti opere in cantiere, a partire dall'alta capacità.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO