Lioni-Grotta, poteri al Provveditorato. Grassi: l'opera si farà

07 febbraio 2019, 15:30
954
Condividi
Nuovi sviluppi sulla vicenda “Lioni-Grottaminarda”. Durante la giornata di oggi i senatori M5S Ugo Grassi ed Agostino Santillo (capogruppo in commissione lavori pubblici) hanno avuto un colloquio con il Ministro Toninelli e con il Sottosegretario Carlo Sibilia. Stando alle relazioni visionate in questi giorni dai tecnici del Ministero dei Trasporto possiamo affermare che la scelta più conveniente ed economica è quella di concludere l'opera. Il governo sta mettendo a punto il trasferimento integrale dei poteri, delle prerogative e delle responsabilità dall'ufficio del commissario ad acta al provveditorato. A darne notizia sono i Senatori Grassi e Santillo al termine del vertice con i due esponenti del Governo. I senatori hanno condiviso la necessità di andare avanti con il progetto. La strada a scorrimento veloce Lioni-Grottaminarda è un'opera da circa 430 milioni di euro e coinvolge oltre 14 comuni. Ad oggi rispetto ai primi lotti finanziati è stato realizzato quasi il sessanta per cento, e circa il venti percento rispetto all'opera nella sua totalità. In queste ore si stanno ultimando le verifiche e le formalità doverose perché avvenga questo passaggio, che trasferirebbe di fatto tutti i poteri decisionali al Provveditorato LL.PP.. Ringraziamo l'ex Commissario, ingegnere D'Ambrosio, per il lavoro svolto. Risulta superfluo specificare che il mancato rinnovamento del commissario ad acta non è un disconoscimento della professionalità ma una decisione presa solo in ragione della valutazione politica di ricondurre sotto il diretto controllo delle strutture pubbliche esistenti le opere di questo paese.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO