Liste, vincitori e vinti: sarà un mese di fuoco

Parlamento (Foto Ansa)
30 gennaio 2018, 14:28
555
Condividi

La lunga ed estenuante corsa per un posto in lista giunge al traguardo. Il dado è tratto. Le squadre in campo sono finalmente definite.  Ai candidati non resta che andare a caccia di voti. Urne aperte il 4 marzo. Saranno 35 giorni di fuoco. A spulciare le liste sono tante le soprese. Alcune già annunciate nei giorni scorsi, altre dell'ultimo minuto.

Il Pd conferma le indisrezioni. I listini proporzionali per Camera e Senato saranno guidati rispettivamente da Del Basso De Caro e Valeria Fedeli. Solo quarti gli uscenti Paris e Famiglietti, che  però corre anche all'uninominale al Senato.Nel collegi spazio agli alleati Angelo D'Agostino, ad Avellino, e a Giuseppe De Mita, in quello di Ariano-Alta Irpinia. Da ricordare che in alleanza con il Pd, quindi con il centrosinistra, corrono anche le liste Civica Popolare della Lorenzin, Più Europa della Bonino, Insieme di Verdi, socialisti e area civica.

E veniamo al centrodestra, dove sono tante le sorprese.I listini proporzionali saranno guidati alla Camera da Cosimo Sibilia, al Senato da Sandra Lonardo. Dietro Lady Mastella spicca il nome di Claudio Lotito, presidente del Lazio calcio. Nei collegi correranno Maria Carmela Grasso in quello di Ariano, e Pietro Foglia nel capoluogo. Al Senato, ed è la decisione che ha spiazzato tutti, c'è Giuseppe Galanti, calabrese, già sottosegretario, vicino agli alleati centristi. A sostegno del centrodestra da segnalare la Lega, che candida l'ex deputato forzista Marco Pugliese; Noi con l'Italia, che schiera l'arianese Franco Lo Conte, e Fratelli d'Italia che punta sulla tanto contestata discesa in campo del sindaco di Mercogliano Massimiliano Carullo.

Fuori dai poli c'è il Movimento Cinquestelle. Al proporzionale alla Camera guidano l'uscente Carlo Sibilia e Maria Pallini; al Senato Wilma Moronese e Agostino Santillo. Nei collegi spazio alla società civile con l'imprenditore Michele Gubitosa ad Avellino; l'attivista Generoso Maraia ad Ariano; il docente universitario Ugo Grassi al Senato.

A sinistra  nei listini Liberi e Uguali candida al numero uno l'uscente Giancarlo Giordano alla Camera;  Rosalba Scafuro al Senato. Nei collegi camerali Anna Pascale ad Avellino; Antonio Caggiano ad Ariano. Al Senato c'è Alfredo Cucciniello.

Ancora più a sinistra c'è Potere al Popolo con lo storico militante Roberto De Filippis alla guida del porporzionale alla Camera e Raffaella De Vita al Senato. Nei collegi spazio a Tony della Pia, ad Avellino; Elisena Iannuzzelli, nel collegio Ariano-Alta Irpinia; mentre Sofia Troisi gareggia per il Senato.

In lizza anche Casapound che da destra punta a sfondare il tre per cento e ad entrare per la prima volta in Parlamento. Al proporzionale e al collegio di Avellino c'è Giuliano Bello per la Camera; così come Antonio Genzale guida il listino al senato e corre nell'uninominale per palazzo madama. Nel collegio di Ariano-Alta Irpinia Casapound schiera Gerardo Genzale.

Fin qui, in sintesi, l'elenco dei candidati. Ora si parte. Gli apiranti onorevoli e senatori sono tanti, i posti pochi. Per il verdetto bisognerà attendere il quattro marzo.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO