Terremoto nel Pd, sacrificati gli uscenti. De Mita al Senato

Parlamento (Foto Ansa)
27 gennaio 2018, 14:05
670
Condividi

La lunga notte del Pd si è conclusa con tante sorprese. Ma anche se un'impostazione di massima è stata data, c'è tempo fino a lunedì alle 20 per gli ultimi ritocchi.

Andiamo per ordine. Alla Camera Del Basso De Caro è capolista nel plurinominale Avellino-Benevento; sacrificata Valentina Paris, che slitta al quarto posto.
Al Senato (collegio Avellino - Benevento - Caserta) il capolista è il casertano Stefano Graziano seguito da Laura Cantin, solo terzo Luigi Famiglietti

E veniamo ai collegi uninominali: alla Camera Ariano correrà Rosetta D'Amelio; ad Avellino in bilico Angelo Antonio d'Agostino che se la gioca con l'ex senatore De Luca.  Al Senato trova spazio Giuseppe De Mita.

Confusione nel Centrodestra. Alla Camera ad Avellino c'è Pietro Foglia; Ad Ariano il nome ancora non è stato individuato. Al Senato nel listino il capolista è Cosimo Sibilia. In ballo per Forza Italia ci sono anche Giaquinto, Puopolo e Di Cecilia, tra gli alleati Zecchino. Si tratta di nomi disponibili a scedere in campo, ma per i quali ancora non è stata decisa un collocazione. Sempre in casa centrodestra confermata la candidatura con Fratelli d'Italia per Massimiliano Carullo, capolista nel listino.
Ufficiali le candidature di Liberi e Uguali. All'uninominale c'è Giancarlo Giordano ad Avellino e a sopresa Antonio Caggiano, giornalista e reponsabile comunicazione per Rai 1, nel collegio di Ariano. Certa con i Cinquestelle la canidatura dell'imprenditore michele Gubitosa, nell'uninominale ad Avellino; l'uscente Carlo Sibilia potrebbe essere dirottato ad Ariano.

Due gi irpini in corsa nella circoscrizione estero: Antonio Famiglietti di Villamaina, candidato con Potere al Popolo, e Toni Ricciardi di Castelfranci, che correrà per la Camera nelle fila del Partito democratico.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO