Anche Napoli nella morsa del gelo / VIDEO

09 gennaio 2017, 16:54
337
Condividi
NAPOLI – L’ondata di freddo e maltempo che dal 5 gennaio ha colpito l’Italia centro meridionale ha interessato anche Napoli. Mentre le zone interne della Campania hanno fatto e stanno tuttora facendo i conti con la neve, il ghiaccio, le scuole chiuse e consistenti disagi, il capoluogo partenopeo ha solamente visto cadere qualche fiocco di neve che nelle zone più alte, come Capodichino o i Camaldoli, si è posato a terra. Temperature ben al di sotto delle medie stagionali, si va dalle minime notturne di meno 3-4 gradi alle massime nelle ore più calde di circa 6-7 gradi sopra lo zero; di certo quest’inizio di 2017 resterà nella storia napoletana: due notti fa la colonnina di mercurio ha fatto segnare -5,7°C, superando così il precedente record assoluto che apparteneva al 10 gennaio 1981 con -5,6°C. Da ieri e per i prossimi giorni continueranno le temperature rigide a Napoli, ma le giornate saranno accompagnate da un cielo limpido e un sole che tenderà ad aumentare, se non la temperatura effettiva, almeno quella percepita. La cima del Vesuvio, come spesso accade in queste occasioni, è completamente innevata e offre un colpo d’occhio davvero suggestivo. Tutto sommato i danni ed i disagi in città sono stati pochi, qualcuno ha dovuto fare i conti con contatori e tubature ghiacciate, ma niente di allarmante.Decisamente più complicata e drammatica la situazione dei senzatetto, prime vittime di ondate di gelo come questa, ma soprattutto dell’indifferenza delle persone e delle amministrazioni. Per fra fronte alle giornate di emergenza, il Comune di Napoli insieme all'Anm, azienda napoletana mobilità, ha predisposto l'apertura notturna delle stazioni della metropolitana linea 1 Museo e Vanvitelli, al fine di accogliere i senza fissa dimora che potranno trovare riparo dalle rigide temperature.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO