I medici del Servizio 118 della Regione Campania verso lo sciopero

11 settembre 2017, 16:51
355
Condividi

La Presidenza Nazionale SAUES, a seguito della riunione del Consiglio Regionale SAUES della Campania, tenuta il 6 settembre u.s., ha trasmesso, in data 11 settembre c.a., ai Responsabili della Sanità della Regione Campania (On. Vincenzo De Luca e Avv. Antonio Postiglione) una nota, ove sono descritte dettagliatamente le criticità del Servizio 118 Campano, riconducibili, per la maggior parte, ad un unico movente: la carenza di personale medico.

Tale fenomeno comporta, come conseguenza ineluttabile, la demedicalizzazione delle autoambulanze, con danni che si ripercuotono a carico del cittadino utente, privato dell'assistenza medica al proprio domicilio e nell' iter assistenziale territorio-ospedale e con danni dei Pronto Soccorso ospedalieri che saranno sovraccaricati di lavoro, tenuto presente che circa il 50% degli interventi sanitari del Servizio 118 sono espletati dal medico al domicilio del paziente. Inoltre, enorme danno è subito dai medici del Servizio 118, sottoposti a "turni massacranti", dovendo sopperire alla carenza di personale medico, con impossibilità di fruizione delle ferie e dell' aggiornamento obbligatorio. La nota, trasmessa in Regione, precisa che se gli Organismi regionali non esperiranno, entro sette giorni dalla ricezione della stessa, una soluzione alla grave carenza di personale medico, che comporta le criticità sopra descritte, il Sindacato proclamerà lo stato di agitazione della categoria.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO