Monaldi, stop al centro trapianti pediatrico

31 dicembre 2016, 14:22
527
Condividi
NAPOLI – Ancora problemi per la sanità campana. Ad essere colpito, questa volta, è l’ospedale Monaldi: l’ufficialità non è ancora arrivata, si attendono i primi giorni del 2017, ma le attività del centro trapianti pediatrico della struttura di via Bianchi verranno sospese. A seguito di una ispezione ministeriale, sono emerse delle criticità nell'applicazione dei protocolli e la necessità di nuovo personale medico tali da indurre la probabile chiusura dell’unico centro della regione Campania che esegue trapianti di cuore nell'ambito del Centro Nazionale Trapianti (Cnt). Giuseppe Longo, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera dei Colli (di cui fano parte Monaldi, Cotugno e CTO), ha rilasciato alcune dichiarazioni all’Ansa: «Serve una riorganizzazione delle attività in un'ottica di miglioramento del servizio, dal punto di vista del reclutamento del personale, su cui ha influito pesantemente il blocco del turnover cui è sottoposta la Campania. Ci vorrà poi anche un miglioramento delle procedure organizzative e di adesione ai protocolli stabiliti». Longo rassicura i piccoli pazienti e le loro famiglie: «Non ci sarà nessuna penalizzazione per i bambini in lista: ci siamo già attivati per inviare i bambini che avessero bisogno di trapianti ai centri più vicini, a cominciare dal Bambino Gesù di Roma. Ma ricordiamo – prosegue Longo - che in Campania la casistica di trapianti pediatrici di cuore è di due-tre l'anno».Immediata la reazione del M5S campano che attraverso la consigliera Valeria Ciarambino ha comunicato di essere pronto a depositare un’interrogazione ed a portare la questione in Commissione Trasparenza, di cui è presidente la stessa Ciarambino.
(di Elisa Manacorda )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO