È morto Leon Russel, il tastierista delle rockstar

Da Joe Cocker a Elton John, fino a George Harrison, tutti chiedevano il suo talento
13 novembre 2016, 18:45
552
Condividi

Il musicista e compositore americano Leon Russell è morto ieri notte nel sonno all’età 74 anni per cause ancora non precisate.

Nato nel 1942 a Tulsa, Oklahoma, divenne inizialmente famoso negli anni Sessanta per le sue collaborazioni con Phil Spector ed Herb Alpert. Negli anni a venire collaborò come polistrumentista con artisti del calibro di George Harrison – celebre è la sua partecipazione allo storico Concert for Bangladesh del 1971 al Madison Square Garden di New York organizzato dall’ex Beatle – Joe Cocker, John Lennon, Ringo Starr, Eric Clapton, The Band, Jerry Lee Lewis, The Rolling Stones, The Beach Boys (incluso Pet Sounds), The Byrds (incluso il brano Mr. Tamburine Man), Frank Sinatra (è suo il piano di Strangers in the Night), Ray Charles, B.B. King, Bob Dylan e tanti altri.

All’attività di session man affiancò quella di produttore discografico e compositore, inaugurando una nutrita carriera discografica solista collaborando spesso con altri artisti.

Il suo brano più famoso, A song for You, è stato rivisitato, tra gli altri, da Ray Charles, Willie Nelson, Donnie Hathaway, Amy Winehouse, Herbie Hancock e Christina Aguilera.

Nel 2010 ha pubblicato l’album The Union realizzato insieme a Elton John, che nel 2011, in veste di amico e suo grande ammiratore, ha presentato la cerimonia della sua introduzione alla Rock and Roll Hall Of Fame, come si vede nel video, 
(di Nicola Vitale )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO