Carri, ancora uno stop: ''Impossibile mantenere il distanziamento''

20 luglio 2021, 18:10
1429
Condividi

''Ci fermiamo oggi per tornare più forti e uniti domani. Le tradizioni non finiscono''. E' ufficiale, anche quest'anno le tirate dei carri e dei gigli non ci saranno a causa delle restrizioni imposte dal Covid. I comuni di Fontanarosa, Mirabella, Villanova, Flumeri, San Marco Dei Cavoti, Jelsi, Frigento e Foglianise lo hanno comunicato attraverso una conferenza stampa durante la quale hanno sottoscritto un documento congiunto. Prosegue intanto l'iter per ottenere il riconoscimemto di Patrimonio Unesco.

In questa direzione va l'appello di Helga Sanità, direttrice della Ricerca all’Università Suor Orsola Benincasa, che sta lavorando al percorso per ottenere il riconoscimento Unesco: ''Ora però bisogna che le comunità facciano la loro parte - scrive in una lettera - per comprendere che la scelta di sospensione delle feste a cui siete stati costretti è stata dettata dal voler salvaguardare innanzitutto la salute di tutti i cittadini. Confido che apprezzino il vostro senso di responsabilità e che vi aiutino a tenere viva la fiamma della tradizione. I simboli non muoiono mai e possono rigenerarsi in forme nuove. Il grano è il vostro capitale simbolico più potente, continuate a mieterlo, a intrecciarlo, a farlo diventare una trama artistica preziosa, ma fatelo insieme, in un laboratorio condiviso nell’attesa di ricominciare. Questo è il tempo di "tirare" forti le vostre funi, di trainare i carri verso il futuro." 

Nel video le interviste a:

Giancarlo Ruggiero (Sindaco di Mirabella)

Giuseppe Pescatore (Siondaco di Fontanarosa)

Angelo Lanza (Sindaco di Flumeri)

Umberto Colantuono (Vicesindaco di Villanova)

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO