''Irpino dell'anno'', eccellenze sul podio: dodicesima edizione /VIDEO

11 novembre 2017, 16:49
760
Condividi
L’Irpino dell’anno, tradizionale premio, istituito da Canale 58 e dalla famiglia Bruno, che viene assegnato agli Irpini che si sono distinti nel campo umanitario, artistico, scientifico, imprenditoriale, è stato conferito nella sua dodicesima edizione, a quattro insigni personalità le quali hanno onorato gli studi, l’arte e le scienze. Sono Ugo Piscopo, figura di spicco della cultura italiana ed europea per la sua attività di saggista, poeta, critico letterario e critico d’arte, giornalista, drammaturgo, e studioso-traduttore di letteratura spagnola, francese, inglese e tedesca; Giovanni Solimine, Presidente della Fondazione “Maria e Goffredo Bellonci” che si occupa della promozione della cultura attraverso la lettura e dell’organizzazione del Premio Strega, tra i primi in Italia a dedicare studi al management dei servizi bibliotecari all’architettura, agli spazi funzionali delle biblioteche ed all’applicazione di servizi delle tecnologie dell’informazione; e Donato Matassino, esperto nella tutela del germoplasma animale autoctono in via di estinzione, e dell’individuazione di percorsi innovativi per la “gestione intelligente” di un bioterritorio. Continua l’attenzione verso i più giovani con la premiazione di Viviana De Santis, vincitrice delle Olimpiadi di Filosofia, e che ha rappresentato l’Italia nella competizione internazionale di Filosofia in lingua straniera tenutasi a Vilnius in Lithuania, ottenendo una menzione d’onore.  
Nel bicentenario della nascita gli Irpini ricordano Pasquale Stanislao Mancini e Francesco De Sanctis, due conterranei che sono mente e cuore dell'Italia unita, per aver dato struttura unitaria giuridica e culturale alla nostra Nazione, per la straordinaria modernità del loro pensiero, che si conferma oggi ancora attuale ed innovativo.
(di Marika Remondelli )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO