La Pasticceria Vignola di Solofra Re del panettone: ennesimo premio

01 dicembre 2020, 17:08
1252
Condividi

Il 28 Novembre si è tenuta a Milano la premiazione in diretta Facebook della 9° edizione dell’evento nazionale di pasticceria “Re panettone” che ha visto vincere la pasticceria irpina “Vignola” nella categoria PANGIUSO (premio miglior panettone tradizionale) con il suo panettone classico milanese.L’evento “Re panettone” è ideato e organizzato da Stanislao Porzio, scrittore gastronomico. La manifestazione prevede l’esposizione di panettoni artigianali di eccellenza da parte dei 40 pasticceri partecipanti, i quali vengono degustati da una commissione prestabilita.

I panettoni più meritevoli, poi, vengono premiati in varie categorie. L’obiettivo è esaltare la naturalità, la qualità, la freschezza dei prodotti da una parte e la capacità tecnica e l’originalità dell’artigiano dall’altra. Infatti, i partecipanti in gara attestano la naturalezza dei propri ingredienti sottoscrivendo una dichiarazione che li impegna ad usare solo ingredienti naturali e a evitare accuratamente gli additivi e i semilavorati. In particolare, i partecipanti devono garantire per i loro prodotti l’utilizzo del lievito madre di pasta viva. La bravura del pasticciere sta proprio nella capacità di lavorare questo tipo di lievito.

L’edizione 2020 in un primo momento sospesa a causa dell’emergenza sanitaria si è poi deciso di farla, come spiraglio di speranza e di tempi migliori, nella sede di Palazzo del Ghiaccio a Milano.Quest’anno il vincitore della categoria PANGIUSO (premio miglior panettone tradizionale) è stato il pasticcere irpino Raffaele Vignola con il suo panettone tradizionale milanese. Raffaele Vignola, figlio di pasticcieri ha deciso di portare avanti la storia e i sacrifici di famiglia, ponendosi alla guida della pasticceria solofrana con grande dedizione e professionalità.

Già l’anno precedente si era aggiudicato il secondo posto nello stesso evento per la categoria innovazione.Gli ingredienti del suo panettone sono: farina e malto di frumento, tuorlo d’uovo di categoria A (uova fresche), saccarosio, burro fresco, miele di acacia dei colli irpini, burro di cacao, uva sultanina, cedro e arancio canditi, aromi naturali, quali vaniglia in bacche bourbon del Madagascar, zest di arancia e limone non trattati. Tutti ingredienti naturali, a partire dal lievito madre di pasta viva, che gli hanno permesso di aggiudicarsi la certificazione la Certificazione Re Panettone: una garanzia estesa tutto l’anno ai lievitati che recano il bollo di certificazione con ologramma anticontraffazione.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO