Mesàli, ecco la Guida 2017: Irpinia da mangiare /SPECIALE

19 luglio 2017, 09:13
2799
Condividi

I sapori della montagna incontrano il mare. La transumanza gastronomica irpina fa tappa a Cetara, all'Hotel Cetus, affacciato sulle acqua blu della costiera amalfitana.

L'occasione è la presentazione della quinta edizione della Guida Mesàli: una vera e propria bibbia del gusto che pubblicizza le eccellenze della ristorazione made in Irpinia. Dieci gli operatori del settore che invece della competizione hanno scelto la collaborazione, dando vita ad un'associazione che punta a valorizzare i prodotti tipici della provincia di Avellino.

Per l'impegno e la la passione, meritano di essere citati tutti. Quest'anno hanno aderito all'iniziativa: Oasis Sapori Antichi di Vallesaccarda, Osteria dei Briganti di Scampitella, Ristorante La Pignata di Ariano Irpino, Antica Trattoria Di Pietro di Melito Irpino, Villa Assunta di Mirabella Eclano, La Pergola di Gesualdo, La Ripa Ristorante Museo di Rocca San Felice, Antica Trattoria Martella di Avellino, Trattoria Valleverde Zi' Pasqualina di Atripalda, La Corte Dei Filangieri di Candida.

A questi si aggiungono i cosiddetti Mesàli nel Mondo, ristoranti che fuori dall'Irpinia propongono cucina irpina:: La Locanda Della Luna di San Giorgio del Sannio, Veritas Restaurant di Napoli, Ristorante Sole di Bellinzona (Svizzera) Il Casale Cucina Campana di Boston (Stati Uniti).

Tutti raccontano la storia e la cultura di quest'angolo di entroterra campano, e lo fanno attraverso ogni particolare: dai piatti all'accoglienza, dalla cura della sala agli accostamenti enogastronomici.

L'Associazione Mesàli che cura la realizzazione della Guida, nasce all'inizio del 2006  - 12 anni di Resistenza, dicono i promotori. E nasce dall'esigenza di un gruppo di ristoratori irpini di unirsi in un progetto culturale, oltre che gastronomico, e darsi una comune identità attraverso la quale, pur mantenendo le diversità, presentarsi al pubblico rendendosi immediatamente riconoscibili.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO