A folle velocità provoca un incidente, non presta soccorso e scappa: arrestato

Al termine del giudizio direttissimo l'uomo è stato condannato a 6 mesi di reclusione (pena sospesa), al pagamento delle spese processuali e alla sospensione della patente di guida per 3 anni
13 gennaio 2020, 09:27
1123
Condividi

Scene da film sulla nazionale nel territorio di Forchia. (GUARDA IL VIDEO DELL'INCIDENTE)

Un’auto guidata da una farmacista del paese sannita passa con il semaforo verde  quando, all'improvviso, viene violentemente tamponata da una Mercedes che a folle velocità arriva dalla strada laterale passando con il semaforo rosso.

Un impatto violentissimo, ieri intorno alle 14, che scaraventa l’auto della farmacista sul ciglio della strada.

Ma l’automobilista, un 35enne pregiudicato di Cervinara non si ferma e prosegue la sua corsa in direzione Benevento.

La scena è stata immortalata da una telecamera.

A quel semaforo era fermo un carabiniere libero dal servizio che prima è sceso per chiamare i soccorsi e accertarsi delle condizioni della donna e poi ha inseguito l’automobilista che è stato bloccato, grazie al tempestivo intervento dei carabinieri della compagnia di Montesarchio, giunti sul posto nei pressi di Rotondi.

L’uomo è stato arrestato e si trova ai domiciliari in attesa del rito direttissimo che sarà celebrato questa mattina presso il Tribunale di Avellino. 

Pare che sia stato trovato positivo al test per stupefacenti e alcol.

La donna è stata trasportata presso il nosocomio Rummo di Benevento per le cure del caso.

IN AGGIORNAMENTO

ALTRI DETTAGLI 

Ieri pomeriggio, a Forchia, lungo la strada Statale 7 Appia, in località Sant’Alfonso si è verificato un incidente stradale a causa del mancato rispetto dell’impianto semaforico.

Il conducente di un’autovettura Mercedes C 220, mentre percorreva la statale in direzione Caserta, non si è fermato al rosso imposto dal semaforo andando a collidere con una Renault Clio, che proveniva in direzione perpendicolare. 

All’incidente, oltre ad altri automobilisti di passaggio ha assistito un maresciallo dell’Arma, della Stazione di Valle di Maddaloni che, libero dal servizio, dopo aver avvisato telefonicamente la Centrale Operativa di Montesarchio dell’accaduto  - e poiché il conducente della Mercedes che aveva provocato l’incidente stava fuggendo per le strade circostanti -  con la sua auto personale si è posto al suo inseguimento riuscendo a bloccare il fuggitivo, dopo qualche chilometro, nel territorio di Rotondi in provincia di Avellino.

Nel frattempo, il personale del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Montesarchio, giunto sul posto, ha constatato che l’autore dell’incidente, un 35enne di Cervinara (AV), era rimasto ferito cosi come la donna che era alla guida della Renault, pertanto sono stati soccorsi e trasportati dal personale sanitario del 118 presso il locale ospedale San Pio - Rummo, dove hanno ricevuto le cure del caso per lesioni riportate e dimessi. 

Successivamente, al termine degli opportuni accertamenti, nella serata, i militari, oltre a contestare al conducente della Mercedes le infrazioni al Codice della Strada, poiché trovato positivo ai relativi test, lo hanno arrestato in quanto ritenuto responsabile di guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’inluenza di stupefacenti. 

ORE 18.12

Al termine del giudizio direttissimo l'uomo è stato condannato a 6 mesi di reclusione (pena sospesa), al pagamento delle spese processuali e alla sospensione della patente di guida per 3 anni.

(di Teresa Lombardo )

FOTOGALLERY

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO