Aggredisce connazionale e si scaglia contro gli agenti della Polizia, arrestata

polizia bn bn
14 novembre 2018, 07:55
209
Condividi

Si è scagliata con violenza contro una connazionale a seguito di una banale lite all’interno del centro di accoglienza in cui è ospite per poi aggredire gli agenti della Polizia di Stato intervenuti sul posto.

È accaduto ieri mattina a Benevento quando gli uomini della Squadra Volante della Questura di Benevento, coordinati dal Commissario Capo Andrea Monaco, sono intervenuti per fermare un'aggressione in atto da parte di una 27enne di nazionalità nigeriana all’interno di una struttura di accoglienza per richiedenti asilo. La donna, a quanto pare, a seguito di una lite per futili motivi con una connazionale si è scagliata con violenza contro quest’ultima picchiandola violentemente con un manico di scopa.

Vani sono stati i tentativi della responsabile del centro di calmare la cittadina straniera che, per tutta risposta, ha aggredito anche lei. Giunti sul posto gli agenti della Squadra Volanti hanno tentato invano di riportare alla calma la cittadina nigeriana e di identificarla. Alla vista dei poliziotti la donna ha avuto una reazione violenta aggredendoli con calci, morsi, graffi e colpendo un operatore con una violenta testata al setto nasale.  Con non poche difficoltà gli agenti sono riusciti a fermare la donna che è stata poi condotta presso gli uffici della Questura di Benevento per il fotosegnalamento da parte del Gabinetto di Polizia Scientifica e per le formalità di rito.  

È stata quindi tratta in arresto per il reato di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Anche la responsabile della struttura di accoglienza, che poco prima era stata aggredito dalla donna, si è recata presso gli uffici della Questura per sporgere denuncia a seguito di quanto accaduto.

Dopo le formalità di rito, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, la 27enne è stata condotta presso la Casa Circondariale di Benevento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO