Concussione, Clemente Mastella è stato assolto

12 settembre 2017, 20:05
219
Condividi


Termina un calvario per Clemente Mastella.

Poco fa la sentenza del Tribunale di Napoli che assolve Clemente Mastella, accusato di concussione per le presunte pressioni che l'allora leader dell'Udeur avrebbe esercitato sull'ex presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino.

Come si ricorderà, Mastella all'epoca dei fatti ricopriva la carica di ministro della Giustizia e leader dell'Udeur.

In seguito all'avviso di garanzia emesso nel gennaio del 2008 Mastella si dimise da ministro della Giustizia ritirando il suo appoggio al governo Prodi circostanza che contribuì alla caduta dell'esecutivo.

Intanto la conferenza stampa indetta inizialmente per domani pomeriggio all'Hotel President, alle ore 15.30, è stata anticipata alle ore 11.00 di domani mattina. 

Tante le reazioni di gioia. Ecco quelle dei suoi fedelissimi: il gruppo Mastella sindaco e Noi sanniti: "Salutiamo con grande partecipazione e soddisfazione l’assoluzione del sindaco Clemente Mastella, avvenuta solo poche ore fa ad opera del Tribunale di Napoli. Non solo si chiude una vicenda giudiziaria durata oltre un decennio ma la Città di Benevento e la sua amministrazione comunale acquisiscono nuovo slancio e vigore, frutto dalla confermata stabilità dei suo vertici istituzionali. Non abbiamo mai nutrito dubbi sull’esito della controversia e nonostante i fatti contestati fossero ben precedenti alla vita politica e amministrativa del Capoluogo, siamo sicuri che la parola fine su questa pagina controversa possa costituire per tutta la comunità dei beneventani un nuovo punto di partenza. Nessuna ombra e nessun dubbio si può neanche paventare sull’operato del sindaco di Benevento. 

Ringraziamo il primo cittadino per aver saputo tenere ben salda la guida della città, nonostante le pesanti implicazioni che tale questione avrebbero potuto generare. Si tratta della prova ulteriore dello spessore umano e politico di Clemente Mastella a cui rivolgiamo, anche a nome dei cittadini che rappresentiamo in Consiglio, la rinnovata fiducia e stima".

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO