Consiglio provinciale infuocato, volano accuse. Di Maria revoca le deleghe ai consiglieri

di maria presidente
31 dicembre 2019, 19:13
350
Condividi

Tempestosa riunione di fine anno del Consiglio provinciale.
L’annunciata costituzione di un nuovo Gruppo consiliare con i consiglieri Domenico Parisi, Luca Paglia, Claudio Cataudo e Lucio Mucciacciaro ha scatenato oggi una dura polemica politica tra gli stessi e gli altri consiglieri, in particolare tra Mucciacciaro e il Consigliere Giuseppe Bozzuto.
Il Consiglio, chiamato dal presidente a votare sull’Ordine del giorno dei lavori, ha respinto a maggioranza e con il voto dei quattro consiglieri Domenico Parisi, Luca Paglia, Claudio Cataudo e Lucio Mucciacciaro, atti programmatici di non poca rilievo per il territorio sannita.
In particolare, si tratta del potenziamento della palificata sulla strada Fondo Valle Isclero in direzione Valle Caudina a servizio dell’Ospedale di Sant’Agata de’ Goti; del miglioramento dell’alveo fluviale a Pantano di Benevento e di quello del Titerno; alcune strade provinciali nel comune di San Giorgio la Molara con la messa in sicurezza dei movimenti franosi, nonché delle procedure amministrative di manutenzione ordinaria e straordinaria di strade provinciali secondo il dettato della Regione Campania.

Altri interventi riguardavano l’utilizzo di somme a disposizione ed economie di mutui pari complessivamente circa 1,3 milioni di euro destinati per l’edilizia scolastica: Istituto Industriale di Benevento, Istituto Medi di San Marco dei Cavoti e Alberghiero di Montesarchio.
Altre opere riguardavano il sito di stoccaggio rifiuti di Casalduni.

Altri 600 mila Euro di stanziamento regionale erano messi a disposizione dei comparti stradali in cui è suddiviso il territorio provinciale, mentre 100mila Euro erano destinati per il Ponte Janare tra Guardia Sanframondi e San Lupo.
Il presidente Di Maria ha dichiarato che metterà in atto tutte le procedure tecnico-amministrative, assumendosene le relative responsabilità, per trovare soluzioni e scongiurare questi gravissimi danni al territorio in conseguenza di questa espressione di voto.
Per tali motivazioni “ad horas” il presidente comunica di aver provveduto a revocare le deleghe ai consiglieri Domenico Parisi, anche nel ruolo di vice presidente, Luca Paglia e Claudio Cataudo. A quest’ultimo consigliere è stata revocata anche il potere di rappresentanza presso l’Upi nazionale e l’Upi regionale.
Sono state invece approvata la prosecuzione del contratto di servizio con l’Asea per il controllo degli impianti di risaldamento domestico e l’aggiornamento del programma biennale 2019/2020 degli acquisti di forniture e servizi.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO