Estorsione a imprese vinicole, blitz dei carabinieri: 5 arresti /SPECIALE

L'appello del procuratore Conzo: "Abbiate fiducia, denunciate". Il comandante Puel: "Abbattete il muro dell'omertà"
06 marzo 2017, 07:31
1585
Condividi

Dalle prime ore del mattino è in corso un’operazione dei carabinieri del comando provinciale di Benevento.

I militari stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Benevento a carico di 5 persone nell’ambito di un’indagine sul taglieggiamento di produttori vinicoli. I particolari saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà alle ore 11.00 presso la Procura della Repubblica di Benevento.

Ore 13.08 'OPERAZIONE SAN FILIPPO'

Il procuratore Conzo: "Il Sannio non è più un'isola felice"

Brillante operazione del comando provinciale carabinieri di Benevento coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento. 

All’alba i militari dell’Arma della compagnia di Cerreto Sannita, coadiuvati dal Nucleo elicotteri di Pontecagnano e dalle unità cinofile del Nucleo  cinofili di Sarno, hanno dato esecuzione a un provvedimento di custodia cautelare in carcere, emesso dal Gip presso il Tribunale di Benevento, su conforme richiesta dei magistrati della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 5 persone, gravemente indiziate, a vario titolo, di concorso nei delitti di  “estorsione”, “ricettazione” e “detenzione e porto di arma comune da sparo”.

“Il provvedimento recepisce – sottolinea il procuratore della Repubblica di Benevento Giovanni Conzo - gli esiti di un’articolata indagine, condotta tra i mesi di agosto 2014 e aprile 2016, finalizzata a far luce sulle attività criminose poste in essere da un gruppo stabile di persone, alcune delle quali già legate al disciolto gruppo criminale dei cd.  'solopachesi', operante nei territori della Valle Telesina sino alla metà degli anni 2000.

In particolare, gli operanti – prendendo avvio da numerose denunce di danneggiamento sporte da imprenditori e proprietari agricoli della zona – hanno raccolto, sotto la direzione dei magistrati della Procura della Repubblica, elementi idonei a dimostrare la presenza di un’attività estorsiva radicata da tempo sul territorio e incentrata sulla principale realtà economico-sociale dell’area: la coltivazione delle viti. 

E’ emerso che gli imprenditori agricoli, operanti nei territori dei comuni di Guardia Sanframondi, Castelvenere, Solopaca e Cerreto Sannita, che rifiutavano il pagamento di  tangenti di natura estorsiva  per il servizio di ‘guardiania’, subivano consistenti danni economici tramite il taglio delle viti, incendi dolosi o il furto dell’attrezzatura da lavoro.

Nel corso dell’indagine, denominata convenzionalmente “San Filippo” in quanto la ricorrenza indicava il termine ultimo di pagamento della tangente, è stato inoltre sequestrato un fucile da caccia, asportato presso un’abitazione di Solopaca ed utilizzato dal sodalizio criminoso, 600 grammi di marijuana; e arrestate 3 persone in flagranza del delitto di furto.

L’indagine ha consentito di disvelare gravi condotte poste in essere, a tappeto, ai danni di produttori vinicoli e proprietari di vigneti del Beneventano, comparto di particolare valore e pregiatezza e individuare i soggetti autori dei reati per i quali si procede”.

ORE 19.30 ULTIMO AGGIORNAMENTO: Interviste, immagini e ulteriori dettagli sull'operazione San Filippo/(GUARDA LO SPECIALE)

L'APPELLO DEL PROCURATORE CONZO: "ABBIATE FIDUCIA. DENUNCIATE"

IL COMANDANTE PUEL: "ABBATTETE IL MURO DELL'OMERTA'"

 

(di Teresa Lombardo )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO