Furgone e auto bruciati e abbandonati, svolta nelle indagini: acciuffati

Accusati anche di 6 furti in alcune aziende di Morcone per un valore di 30mila euro
07 aprile 2021, 11:41
481
Condividi

Indagini serrate, un lavoro senza sosta: sono stati acciuffati in tempi record dai militari della Stazione carabinieri di Vitulano in sinergia con il personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia carabinieri di Montesarchio, della Compagnia carabinieri di Cerreto Sannita e della Radiomobile della Compagnia di Benevento.

Dopo una prolungata attività investigativa, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto (vedi altro articolo nella sezione Sannio "Furgone e auto bruciati abbandonati lungo la carreggiata, indagini in corso") tre cittadini di nazionalità rumena, rispettivamente di 26, 36 e 38 anni, con i primi due censurati per reati contro il patrimonio.

Dovranno rispondere dei reati di furto aggravato in concorso, ricettazione, danneggiamento seguito da incendio e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere, mentre un quarto 33enne rumeno, censurato, è stato deferito in stato di libertà per concorso in furto aggravato.

FURGONE E AUTO BRUCIATI E ABBANDONATI. L’attività è scaturita dal rinvenimento al km. 49+600 della SS 372 territorio di Vitulano di due veicoli, un autocarro VW Transporter, oggetto di furto nel comune di Morcone, parzialmente incendiato nella parte posteriore e di un’autovettura Peugeot 206, completamente incendiata, nel cui interno si riveniva una targa risultante oggetto di furto perpetrato nel comune di Agropoli.

A seguito di un'attività investigativa posta in essere sul posto dai militari, poco dopo, è stato fermato dalla Radiomobile di Cerreto Sannita in direzione Telese Terme un  veicolo con a bordo quattro persone di nazionalità rumena.

MATERIALE SEQUESTRATO. Dopo il controllo è emerso che tre degli occupanti erano gravati da precedenti. Si è proceduto a perquisizione personale e veicolare che ha dato esito positivo: infatti, si sono stati rinvenuti uno spray antiaggressione di genere proibito, un coltello a serramanico e una chiave inglese.     

MEZZI RUBATI. Successivamente, nel corso del sopralluogo eseguito nei pressi del rinvenimento dei mezzi, poco distante, sono stati rinvenuti, in una scarpata, numerosi attrezzi da lavoro, tra cui alcuni smerigliatrici, mini compressori e trapani professionali e staffe in rame di varia metratura del peso di circa 30 quintali: tutto il materiale era stato rubato a Morcone la notte precedente.

I veicoli, il materiale, dopo il riconoscimento da parte dei legittimi proprietari, sono stati sottoposti a sequestro per il prosieguo delle indagini. 

A seguito della visione delle immagini estrapolate dal sistema di video sorveglianza è stato accertato che tre dei fermati si erano resi responsabili di 6 furti in danno di aziende ubicate a Morcone per un danno complessivo stimato in euro 30mila.

Visti gli elementi raccolti, si è proceduto a sottoporre gli stessi a fermo di indiziato di delitto e dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Benevento. 

A carico dei quattro è stata inoltre avanzata la proposta per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.

(di Teresa Lombardo )

FOTOGALLERY

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO