Inquinamento dell’aria e depuratore, Mastella scrive al ministro Costa

Mastella
16 febbraio 2019, 07:43
256
Condividi

Il sindaco Clemente Mastella ha inviato una lettera al ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, per chiedere un incontro al fine di affrontare alcune gravi problematiche che attanagliano la città di Benevento.

Nella missiva il sindaco Mastella, riallacciandosi a quanto già detto nell’intervento durante l’evento “Tesori nascosti Tesori Svelati”, ha ricordato che da alcuni mesi i valori d’inquinamento atmosferico PM10 e PM2,5 presentano sforamenti quotidiani degni di una città di dimensioni medio alte e che Benevento rientra tra le poche città capoluogo senza un idoneo e completo trattamento di depurazione delle acque essendo il progetto del depuratore cittadino da circa 30 anni in itinere.

L’Amministrazione ha già recuperato circa 20 milioni di euro per iniziare i lavori di collettamento propedeutici alla definitiva realizzazione dell’impianto, per il quale però necessitano ancora circa 20 milioni di euro.

“Queste importanti problematiche – conclude il sindaco - non consentono al comune di Benevento di poter correttamente affrontare e risolvere tali questioni senza un concreto aiuto del Governo Nazionale”.

Di qui la richiesta dell’incontro per affrontare la problematica.E sempre per quanto attiene le iniziative intraprese dall’Amministrazione per la risoluzione delle gravi problematiche esistenti in città, va segnalata anche la risposta del Capo del Dipartimento di Protezione Civile, Angelo Borrelli, relativamente ad una richiesta di finanziamento straordinario per le scuole inviata dal sindaco Mastella.

“Con riferimento alla sicurezza statica e sismica degli edifici scolastici ricadenti nel Comune di Benevento – si legge nella lettera – si evidenzia che questo Dipartimento non è in grado di intervenire in quanto la situazione del Comune di Benevento è simile a quella di molti altri Comuni in Italia. Si invita, pertanto, il MIUR e la Regione a verificare la possibilità di fronteggiare l’esigenza con risorse ordinarie”.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO