Legge di bilancio, un format per partecipare alla stesura. Lunedì in città

Parlamento (Foto Ansa)
02 ottobre 2019, 16:32
158
Condividi

“Cittadini che mettono mano alle leggi”.

Lunedì prossimo 7 ottobre, presso Palazzo Paolo V in Corso Garibaldi 145 a Benevento, si terrà l’evento organizzato dalla senatrice del M5S Sabrina Ricciardi, un format che funziona e che già a Napoli a riscosso un successo inatteso: l’incontro offre infatti la possibilità a tutti di partecipare attivamente all’imminente stesura della Legge di Bilancio.

“L'idea - spiega la senatrice Ricciardi - nasce dal fatto che mi piacerebbe fornire l’opportunità di trasformare le proprie idee in leggi dello Stato. Chiunque potrà partecipare: attivisti, cittadini, comuni, associazioni, comitati, imprenditori, docenti, esponenti culturali, giornalisti, istituzioni e via discorrendo”.

Ma soprattutto: chiunque potrà dire la propria, intervenire e suggerire, dialogando non solo con la senatrice Ricciardi ma anche con la Consigliera regionale della Campania Maria Muscarà e i consiglieri Comunali del Sannio. L’appuntamento è fissato per le 18.45, con un confronto che si protrarrà fino alle 21.00. Potranno intervenire cittadini che avanzeranno proposte di legge che in qualche modo abbiano affinità con il programma del Movimento 5 Stelle. Dal momento che gli incontri hanno l'obiettivo di produrre proposte già formalizzate e in tempi brevi (evitando riunioni dispersive), chi vorrà presentare una propria idea potrà intervenire, brevemente, previa prenotazione all’indirizzo mail cittadinimettonomanoallalegge@gmail.com. Inoltre, chi vuole prender parola dovrà dettagliare l'oggetto del proprio intervento mediante una breve relazione, che dovrà allegare alla prenotazione a mezzo mail. Per essere presa in considerazione, la proposta di legge che si intende esporre dovrà essere attuabile secondo le normative vigenti e secondo il buon senso, di competenza statale, realizzabile senza gravare eccessivamente sulle casse statali, corredata della normativa di riferimento. Ogni proposta potrà essere dibattuta (fino ad esaurimento di tempo) da ciascuno dei partecipanti all’assemblea, che potrà intervenire per un minuto (senza prenotazione ma per alzata di mano). A fine incontro verranno votate le proposte migliori: ognuno potrà votare (a scrutinio segreto) ciascuna proposta pervenuta in assemblea, attribuendo un giudizio numerico che vada da 1 a 10. Le idee che mediamente raggiungeranno almeno la sufficienza (>6) verranno successivamente prese in considerazione ai fini dell'attività parlamentare. Si specifica che, aldilà della volontà politica, ogni proposta dovrà essere vagliata da un ufficio legislativo che dovrà valutarne la fattibilità tecnica e l’attinenza con la Legge di Bilancio o di altre iniziative di natura parlamentare (interrogazioni, ddl etc.). Per ogni altra info, si prega di contattare la mail cittadinimettonomanoallalegge@gmail.com.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO