Malnutriti e feriti, storie di brutalità in danno dei nostri amici a quattro zampe: denunciato il proprietario

14 febbraio 2020, 15:23
308
Condividi

Persone senza scrupoli e senza un briciolo di umanità. Ancora una volta siamo costretti a raccontarvi storie di brutalità, maltrattamenti, degrado, malnutrizione in danno di chi non può difendersi. In danno dei nostri Amati Amici a quattro zampe.

Storie che fanno indignare, che fanno lacrimare, che reclamano a gran voce pene più severe per quanti si macchiano di tali vergognosi reati.

Grazie a mirate attività investigative mirate a contrastare tali reati, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Benevento, con l’ausilio di personale Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) ed Asl/Bn1 - Servizio d’Igiene degli Allevamenti e Produzione Zootecnica, sono intervenuti nel Comune di Paduli. 

In un fondo privato, hanno acclarato, in una situazione di forte degrado igienico/ambientale rappresentato dalla massiccia presenza di rifiuti speciali non pericolosi di eterogenea natura (plastici, ferrosi materiali di risulta edilizia, lattine, ecc.), la presenza di tre Cani di taglia media e sei Cuccioli di circa una settimana di vita.

I poveri amici dimoravano tra feci e sporcizia, con casi di grave malnutrizione ed in assenza di ripari dalle intemperie. Un Animale risultava ferito e sofferente in quanto legato ad una corta catena, costretto in condizioni tali da non consentirne i necessari movimenti. 

Sul suolo è stata constatata, inoltre, la presenza di rifiuti potenzialmente suscettibili di causare tagli ed abrasioni.

Alla luce delle condizioni generali riscontrate, la P.G. ha disposto l’immediato allontanamento dei soggetti a garanzia del benessere Animale, con consequenziale affidamento a struttura sanitaria autorizzata alla loro detenzione e cura. 

Si è proceduto al deferimento del proprietario alla competente autorità giudiziaria, nonché al sequestro degli poveri Animali al fine di garantire loro il giusto benessere.

Si spera che per loro vi possa essere un futuro migliore... e si spera che possa vincere - un giorno, chissà - il Rispetto per chi non ha la forza per difendersi. Solo allora potremmo brindare alla Civiltà.

(di Teresa Lombardo )

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO