Ospedale Rummo arriva la schiarita. Dal primo marzo nuove assunzioni

ospedale-policlinico napoli
14 febbraio 2018, 07:34
701
Condividi

Dopo la levata di scudi della Uil Fpl il direttore generale Pizzuti ha incontrato la delegazione sindacale. Ci sono buone notizie sul fronte personale: dal primo marzo ci potrebbero essere nuove assunzioni.
"Un incontro decisamente positivo grazie al quale abbiamo avuto degli importanti chiarimenti sulle problematiche dell'Azienda Ospedaliera Rummo".

E' soddisfatto il segretario territoriale della Uil-Fpl Giovanni De Luca che è stato convocato, insieme a Pasquale Caruso (Rappresentante Aziendale Uil Fpl del Rummo) e Roberto Milo (Coordinatore Uil Fpl dell'ospedale) dal direttore generale Renato Pizzuti e dal direttore sanitario, Mario Iervolino.

"Siamo favorevolmente colpiti per la celerità della convocazione da parte del direttore generale – continua De Luca – . In più dobbiamo riconoscere l'attenzione e la sensibilità del management ai problemi della struttura e la massima disponibilità al confronto ogni qualvolta si dovessero registrare problematiche per il nosocomio che rappresenta il punto di riferimento sanitario per un intero territorio. Attenzione e sensibilità verso le problematiche delle persone e dei pazienti che da sempre fanno parte del Dna della Uil Fpl".

La delegazione della Uil Fpl e il management del Rummo hanno discusso di diverse situazioni, dalla carenza del personale, alla struttura attuale del Pronto Soccorso, fino al futuro dell'Ospedale di Sant'Agata de' Goti che da poco è stato accorpato all'ospedale cittadino. 

Il primo nodo è quello della carenza degli anestesisti. Problema che non consente alle sale operatorie di lavorare a pieno regime sulle attività elettive.

"Il dottor Pizzuti si è confrontato con il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca sulla questione e si è deciso di utilizzare per il Rummo una graduatoria in corso per Salerno.

Quindi già dal primo di marzo dovrebbero essere assunti professionisti inseriti in questa graduatoria per arginare la situazione attuale. Per il futuro c'è l'intenzione di organizzare un vero e proprio concorso in modo da poter stabilizzare definitivamente gli anestesisti.

Ancora c'è l'intenzione di potenziare le attività e le strutture del Pronto Soccorso che, attualmente lavora in condizioni problematiche".

Il dottor Pizzuti ha avanzato l'idea di adibire lo spazio attualmente usato dal 118  - che presto dovrebbe essere liberato – a strutture per il codice verde.

"La carenza di personale, invece, è un problema che affligge tutta la sanità campana e da questo punto di vista, nell'incontro si è ricordato che il presidente della Regione De Luca ha già chiesto   al Ministero dell'Economia il via libera per l'assunzione di 4000 operatori delle varie figure sanitarie.

Sulla questione della mancanza degli OSS, la Uil Fpl ha auspicato che si possa procedere ad  assunzioni di personale strutturale ospedaliero e attivare concorsi come già sta succedendo altrove.

Infine, ultimo argomento la questione dell'ospedale 'Sant'Alfonso de' Liguori. Su questo – conclude Giovanni De Luca – si è in attesa del piano ospedaliero Regionale che stabilirà il futuro della struttura".

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO