Asia, raccolta differenziata in crescita: altre novità in arrivo

13 febbraio 2020, 18:16
244
Condividi

Attivato il monitoraggio mensile dell’Asia, azienda guidata dal noto e stimato manager Donato Madaro, sull’andamento dei servizi di raccolta dei rifiuti in città, al fine di confrontare i risultati raggiunti con quelli attesi ed informarne la cittadinanza. 

Dall'esame dei dati di gennaio 2020, mese che ha visto l'avvio del servizio di ritiro 'porta a porta' degli imballaggi in vetro, è risultato un trend positivo rispetto allo stesso periodo del 2019 con una significativa crescita dei quantitativi di raccolta degli imballaggi in vetro e della frazione organica e una diminuzione della frazione non differenziabile: numeri che hanno consentito di superare la percentuale del 65% di raccolta differenziata. 

Tale risultato è stato favorito principalmente da due fattori: con la eliminazione delle campane stradali si è drasticamente ridotto il fenomeno dell’abbandono incontrollato dei rifiuti non correttamente differenziati nei pressi delle stesse; con l’implementazione del servizio di porta a porta è diminuita la presenza di frazioni differenziabili e quindi valorizzabili nei sacchetti della frazione non differenziabile dei rifiuti.

Anche l’attività di controllo svolta congiuntamente da A.S.I.A. Benevento e dal corpo di Polizia Municipale ha concorso e concorre a perseguire il miglioramento delle performance. Un obiettivo che sarà ottimizzato con la campagna di comunicazione, avviata in questi giorni, programmata di concerto con il Comune di Benevento sulla scorta del piano elaborato con il supporto del CONAI. 

Inoltre l'Azienda rende noto che, nell’ottica di una continua e proficua collaborazione con l’utenza, sul sito www.asiabenevento.it è presente il collegamento con il format della pagina istituzionale del Comune di Benevento 'segnalazione rifiuti abbandonati', messo a disposizione dei cittadini per eventuali segnalazioni che saranno recapitate e gestite direttamente dagli uffici aziendali.

ARTICOLI CORRELATI

COMMENTA QUESTO ARTICOLO