Sblocca cantieri, veleni tra Ricciardi e Lonardo

edilizia
06 giugno 2019, 07:19
331
Condividi

“Ancora una volta, il nostro territorio è costretto ad assistere ad una irragionevole ingiustizia: di tutto l’arco costituzionale in Senato, unicamente il Gruppo di Forza Italia ha votato a favore dell’emendamento 1.7/501 da me presentato al Decreto Sblocca Cantieri”.Così la senatrice di Forza Italia Sandra Lonardo..L’approvazione di tale emendamento, avrebbe permesso, attraverso la nomina di un Commissario straordinario, di accelerare il completamento dei lavori dell'asse Benevento-Caserta, opera fondamentale per la Valle Caudina, che rappresenta un elemento essenziale alla mobilità territoriale sannita ma che, da sempre, ne costituisce anche un limite storico. È stata così preclusa l’ennesima opportunità per il territorio che, con orgoglio, rappresento. Ci è stata sottratta la possibilità di dare finalmente avvio ai lavori del primo lotto della superstrada Benevento-Caserta, già finanziato per un valore di 48 milioni di euro e rinviato al 2022. Ma quanto ancora dovremo attendere? Quanto ancora dovranno attendere i cittadini di Benevento, Caserta ed Avellino affinché vengano ascoltate le istanze di un territorio che da questa maggioranza, comprese le rappresentanti grilline sannite ed i Senatori eletti nelle circoscrizioni di Caserta ed Avellino, evidentemente, continua ad essere considerato di serie B?”.Replica al vetriolo della senatrice grillina Sabrina Ricciardi."La Senatrice Sandra Lonardo ha presentato un emendamento allo sblocca-cantieri con cui chiede la nomina di un Commissario straordinario per accelerare la realizzazione del collegamento Caserta-Benevento.
E' evidente che la Lonardo non abbia letto bene il provvedimento, e pertanto le consiglio di passare più tempo a studiare non illudendo i sanniti con proposte che non hanno nè capo, nè coda. Suggerisco alla Lonardo di partecipare a meno feste o eventi mondani, così da poter lavorare seriamente ed onorare il ruolo che ricopre.
La Senatrice ignora che lo "sblocca cantieri" non prevede, ex ante, la lista dei cantieri da commissariare, in quanto l'unico titolato a nominare i Commissari è il Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Mit, di concerto col Mef. Evidentemente la sua è solo smania di protagonismo, con la quale calpesta il ruolo attribuito ex lege al Premier.
In un altro emendamento, invece, ha richiesto uno stanziamento per la messa in sicurezza del Ponte Morandi, dimostrando ancora una volta di avere poca dimestichezza con il funzionamento della macchina amministrativa.
La competenza nell'assegnazione delle risorse finanziarie per la messa in sicurezza di ponti e viadotti sulle strade provinciali sannite è comunale e non ministeriale. Strano che non abbia affrontato l'argomento con suo marito, il Sindaco Clemente Mastella, titolato ad intervenire economicamente.
Tuttavia, con decreto 49/2018 sono stati stanziati 1,6 miliardi per le province, attribuendo loro il compito di fissare il piano degli interventi da portare a termine nel territorio di propria spettanza.
Dunque, chiedo al Presidente della Provincia di Benevento se nella suddetta programmazione rientri il ponte Morandi di Benevento: non vorrei che fossero andati persi i fondi erogati dal Governo, magari per la mancata richiesta del primo cittadino di Benevento.
L'incompetenza e gli schizzi di fango scagliati dai coniugi Mastella stanno impantanando il Sannio, territorio meraviglioso ma umiliato dai latifondisti di Ceppaloni e dalla loro schiera di Valvassori e Valvassini".

LONARDO AL CONTRATTACCO: "Si direbbe l’arte della musica in mano ai ciabattini... quando si arriva in maniera improvvisa, in questo caso improvvida, a ricoprire una carica istituzionale, c’è il dovere della correttezza e del recupero della propria dignità.

Quanto al ponte San Nicola, voglio ricordare alla collega del M5S, nota alle cronache per il reddito denunciato, più povero dei poveri, tale da richiedere l’assegnazione del reddito di cittadinanza, che il Ministero, guidato da un suo collega del M5S ha chiesto ai Comuni, tra cui Benevento, l’accertamento dei dati e degli impegni di spesa per dare strutture di sicurezza ai vari ponti, cosa che il Comune di Benevento ha puntualmente fatto.

Voglio anche ricordarle che, se il Governo che lei sostiene, toglie soldi ai Comuni o magari dà 1 miliardo e mezzo al Comune di Roma, guidato dal Movimento 5 Stelle, e non a Comuni che, in una analoga situazione, come Benevento, sono in deficit per colpa delle precedenti amministrazioni, diventa non complicato ma drammaticamente impossibile assolvere ai compiti della governance della propria comunità. Stia tranquilla, nessun fondo è stato perso dal Presidente della Provincia di Benevento, per la semplice ragione che ancora nessun fondo è stato erogato dal suo Governo. Abbiamo richiesto, richiederemo e avrà anche lei il dovere di richiedere fondi per il ponte San Nicola di Benevento. Quanto alla nomina del commissario andasse a leggere il mio emendamento e si renderà conto delle sciocchezze che ha citato, mentre invece esso contiene elementi che sono in linea con la grammatica parlamentare. Quanto, infine, alla banalità sulle feste, beh, siamo proprio al ridicolo, ignobile ridicolo”. 

Di seguito l’emendamento:

AS 1248

Subemendamento

Emendamento 1.7 Testo 2

 

LONARDO

 

Al capoverso "Articolo 1", aggiungere, in fine, il seguente comma:

 

«24-bis. Al fine di dare avvio ai lavori del primo lotto della superstrada Benevento-Caserta, già finanziato per un valore di 48 milioni di euro, opera fondamentale per la Valle Caudina, il Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dei trasporti, sentito il Ministro dell'economia e delle finanze, d'intesa con il Presidente della giunta regionale della Campania, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, nomina, con proprio decreto, il Commissario straordinario per il completamento dei lavori dell'asse Benevento-Caserta".

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO